TRA L’IMMORTALE, PINOCCHIO ED OZPETEK. RISATE INDIETRO NEL TEMPO CON FICARRA&PICONE, ASPETTANDO ZALONE. GUIDA AI FILM DI NATALE

(di Vincenzo Lombardi) – Natale tempo di cinema. Da giovedì 5 dicembre parte la festa in sala. Nonostante crisi e vacche piuttosto magre per le sale italiane, il periodo delle feste resta, per tradizione e proposte, tra i più gettonati dal pubblico. La magia di un film su grande schermo conserva il suo epocale fascino. In epoca di On Demand, Netflix, Amazon e streaming, palinsesti personalizzati e multisale spaziali, i lungometraggi cinematografici si ritrovano a combattere contro avversari ed innovazioni sempre più numerose ma, almeno in questo 2019, sono riusciti a tenere “botta”, dopo tante stagioni non proprio esaltanti. L’anno che sta per terminare si chiude con quasi 50 milioni di spettatori al box office che equivalgono ad oltre tre milioni in più rispetto al 2018. In aumento anche gli incassi (310 milioni) e grande successo per tutte le iniziative speciali che si sono succedute durante l’anno (Movie Days, Moviement, ecc.). In generale i numeri del cinema di casa nostra viaggiano con un +15% rispetto all’anno scorso (fonte dati: “Il Sole 24 Ore”) e lasciano quello spiraglio di ottimismo per il futuro.

Roberto Benigni nei panni di Geppetto

Un 2019 che ha potuto contare su importanti fiammate che hanno riportato la gioia di un “sold out”: dagli eterni “Avengers” ai sorprendenti Oscar di “Bohemian Rhapsody” e “Star Is a Born”. Dal successo di pubblico e critica de “Il Traditore” con un strepitoso Pierfrancesco Favino, al ritorno della coppia Boldi-De Sica accolta con affetto e numeri dal pubblico. E’ stato l’anno dei supereroi, degli eterni divi da fumetti sempre oggetto di trasposizione cinematografiche. E’ il caso acclarato di “Aladdin”, “Mary Poppins” e “Spiderman”, tutti con incassi importanti. Capitolo a parte per “Joker”, film che è già storia, pellicola che verrà tramandata ai posteri e che si avvia a sfondare il muro dei 30 milioni di incasso in questo fine 2019.

Marco D’Amore porta al cinema il suo “Immortale”

Diamo ora uno sguardo a cosa accadrà nelle prossime quattro settimane sugli schermi italiani. Il “Joker” di casa nostro dovrebbe essere Checco Zalone. Ormai su scommette sugli incassi e se verranno polverizzati i 66 milioni di “Quo Vado”. Il comico pugliese dovrebbe garantire nuove scene di delirio nei cinema. Il 1° gennaio arriva “Tolo Tolo”, quinta fatica cinematografica che segna anche il debutto alla regia. Tante sale si stanno organizzando per l’anteprima del 31 dicembre. La notte di Capodanno con Checco! Roba che solo l’ex “Zelig” può permettersi. Film scritto con Paolo Virzì che vede Zalone nei panni di un comico napoletano costretto a scappare per le minacce della malavita. Il classico “on the road” che si sposterà tra Italia ed Africa. L’evento che aprirà il mese di dicembre è sicuramente l’attesissimo “L’Immortale”, film che segna l’esordio alla regia del casertano Marco D’Amore che porta sul grande schermo il famoso personaggio di “Gomorra”. Dopo il finale drammatico della terza stagione della serie italiana più famosa all’estero, il corpo di Ciro Di Marzio riemergerà dalle acque del Golfo di Napoli. Un susseguirsi di presente, passato e futuro sulla crescita criminale dell’ex fedelissimo di don Pietro Savastano. Il tutto accompagnato da un dubbio eterno. Vedremo l’Immortale anche nella quinta stagione di “Gomorra” su Sky Atlantic?

Ficarra & Picone: un prete e un ladro protagonisti de “Il Primo Natale”

Il 12 dicembre torna al cinema una coppia che ha sempre funzionato: Ficarra e Picone. I due attori siciliani saranno i protagonisti de “Il Primo Natale”, film esageratamente uguale al leggendario “Non ci resta che piangere” di Troisi e Benigni. Un prete e un ladro saranno catapultati indietro di 2000 anni al tempo della nascita di Gesù. In un contesto alieno un susseguirsi di equivoci, incomprensioni e buon umore. Per gli irriducibili appassionati il 18 dicembre arriva l’ennesimo capitolo di “Star Wars”, intitolato “L’ascesa di Skywalker”. Una storia che appassiona intere generazioni da 42 anni. L’evento dell’anno sbarca nelle sale il 19 dicembre: l’eterna favola di “Pinocchio” è stavolta riadattata in vecchio stile da Matteo Garrone con uno strepitoso Roberto Benigni nei panni di Geppetto e il piccolo Federico Ielapi nei panni del burattino nato dalla fantasia di Collodi. Un “Pinocchio” con tanta umanità e pochi effetti speciali come espressamente voluto dal regista di “Dogman”, Cast fantastico con Gigi Proietti, Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini. Le feste di Natale ci regalano un altro campionissimo della regia, Ferzan Ozpetek che presenta “La Dea della Fortuna”. L’arrivo casuale di due bambini nella vita di Arturo ed Alessandro, insieme da oltre 15 anni, porta nuove emozione nella vita di una coppia che aveva perduto stimoli ed irrazionalità. Nel cast: Stefano Accorsi, Eduardo Leo, Jasmine Trinca, Serra Yilmaz. Non può mancare il romanticismo portato da “Last Christmas”, storia d’amore sotto le luci natalizie con le canzoni di George Micheal. Ovviamente tanto spazio anche ai bambini con i film di animazioni, sempre più vicini alla realtà umana che nasce dalle rivoluzioni tecnologiche.

Accorsi-Leo-Trinca nel nuovo film di Ozpetek

Tra le proposte troviamo: “Paw Patrol – Il film dei supercuccioli”, “Spie sotto copertura”, “Playmobil-The Movie”. Un piccolo sguardo al nuovo anno per doverosa citazione ad “Hammamet”, (uscita il 9 gennaio), film diretto da Gianni Amelio con altra gigantesca prova di Pierfrancesco Favino nei panni di Bettino Craxi. Gli ultimi due anni di vita del leader socialista nell’epilogo della sua vicenda umana e politica. Natale al cinema: almeno per le prossime quattro settimane mandiamo in vacanza tablet, smartTV e divano e riscopriamo l’odore di un secchiello di pop corn caldi.

error: Non si copia!!!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: