Pd senza rappresentanti in Consiglio. Il segretario Formato: “Ripartiamo dall’imminente tesseramento. Il Pd esiste e resiste”

MADDALONI- Storicamente, non era mai successo prima. Considerando la filiera tradizionale della sinistra (Pci-Pds-Ds-Pd) il principale partito della sinistra è stato sempre presente nel Consiglio Comunale di Maddaloni. Fino ad oggi pomeriggio dopo il passaggio di Angelo Campolattano in Italia Viva. Dell’evento, senza dubbio storico, ne parliamo con il segretario cittadino dei Dem Alfonso Formato.

Alfonso Formato

Senza consigliere comunale. E ora che succede?

Succede che si va avanti così. La vita e soprattutto l’impegno politico va avanti.

Desta impressione un Pd senza consiglieri…

Francamente desta molta impressione ma non si ferma il mondo. Semmai, lasciano l’amaro in bocca le modalità con cui tutto questo si è materializzato. Diciamo che è stata una scelta fatta molto alla leggera. Da segretario mi sarei aspettato dei passaggi ufficiali. magari una riunione di partito. certamente, non doverlo apprendere dalla stampa. Non è stato un modo felice. Però debbo aggiungere, in contemporanea, che il Pd continua ad esiste. Dico di più. continua a resistere nel senso più ampio. più pieno e più ampiamente politico dell’espressione “resistenza”.

Vi lasciate alle spalle una storia importante…

Veramente, la storia continua ed è tutta declinata la futuro che è anche futuro prossimo. Si riparte dal tesseramento che, a partire da domenica e per tre settimane consecutive, sarà un momento per allargare la base di adesione. Nessun dramma: il futuro è domani ed è già iniziato.

La scelta del consigliere comuale comunque è di alto impatto…

Debbo confessare che sono frastornato per i tempi e i modi. Diciamo così: è andato in frantumi tutto un impegno e un progetto a cui abbiamo lavorato negli ultimi anni. Ma incombe il tesseramento.

E con il tesseramento che succede?

E’ chiaro che con il nuovo tesseramento si va verso un nuovo congresso. E poi si vedranno gli sviluppi. Resta la percezione che spesso dietro certe scelte si legge la distanza che esiste tra le legittime aspettative personali e gli interessi generali del partito. Così, succede che un partito si trasformi in un autobus su cui si sale per una tratta utile e si scende alla fermata che si riteniene più opportuna.. Adesso, si va avanti comunque.

Le fibrillazioni per le imminenti regionali hanno avuto un ruolo?

Certamente. Ma mi limito a fare una previsione. Questo partito, oggi evitato e anche snobbato, diventerà molto appetibile subito dopo le regionali.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
GiornaleNews App

GRATIS
VIEW