MADDALONI- La solita storia che non fa più notizia. Ma questa volta, lo spreco è stato più lungo del solito: venerdì pomeriggio, sabato e domenica a luci accese. Sprechi insospettabili e sprechi senza fine. Insomma, sempre sprechi. La quarantena e le chiusure periodiche hanno fatto emergere (grazie all’abbandono pluriennale delle strutture comunali) la presenza di costi fissi (luce e gas) anche quando le scuole sono chiuse. E’ il caso delle bollette del gas comunque sostanziose con le scuole chiuse. Ovviamente, c’è un problema di perdite e non solo. La notte invece, come da tradizione, fa emergere un altro spreco fisso. Ritornano le luci accese in piena notte negli uffici comunali. Periodicamente, il fenomeno si ripete con periodicità che, secondo gli osservatori, segue il ciclo lunare: almeno un paio di volte al mese e soprattutto nei week-end. Insomma, la casa comunale di via San Francesco d’Assisi è un presidio di legalità e un punto di riferimento per la città 24 ore su 24. E’ un faro nella notte… E adesso si aspetta l’energy manager. Che fosse la volta buona. Intanto: io pago!

Domenica 02.05.2021, ore 21.10
Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA