Un 25 Aprile di ricordo e di rivendicazione per Malìa libreria – Spring Edizioni

Eccole le “cattive maestre”. 
Quelle che ci hanno insegnato che alla sopraffazione e agli abusi si risponde con la ribellione e con la resistenza. Parliamo di due figure di quel giardino bellissimo delle donne partigiane e, per ogni libro acquistato o prenotato il 25 aprile, raccoglieremo un fiore, insieme ai loro pensieri e alle loro storie, da depositare alla fine della mattinata.

A partire dalla 09.30 di domani, domenica 25 Aprile, la libreria Malìa, di via Gemito a Caserta, inizierà un evento in diretta per festeggiare insieme la giornata della liberazione dell’Italia da nazifascismo. E l’evento, data la natura della libreria, non poteva che connotarsi al femminile. Il ruolo delle donne nella Resistenza non ha ancora svelato tutti i suoi risvolti storici, seppure ricerche e testimonianze sono diventate negli ultimi anni più numerose e approfondite. Storie di staffette partigiane e di combattenti che hanno imbracciato i fucili, proprio come i loro compagni maschi, restano ancora poco conosciute.

La libreria Malìa -Spring Edizioni ha scelto di ripercorrere la biografia, la storia e l’impegno di due donne che hanno dedicato la propria intera vita all’impegno sociale, politico e partigiano nella battaglia per la libertà, l’uguaglianza e l’emancipazione. Per ogni libro acquistato o prenotato durante la mattinata, la libreria raccoglierà un fiore, che verrà poi depositato, alla fine della mattinata, insieme agli altri, in un luogo simbolico di ricordo e riconoscenza.

Margherita Troili

Si dedicherà l’inizio della giornata alla partigiana Margherita Troili, originaria di Capua, insegnante, antifascista, dirigente politica, impegnata da sempre per i diritti delle donne. Con il patrocinio dell’Anpi Caserta e la presenza di Agostino Morgillo, del Comitato provinciale, alle ore 09.30 si darà inizio alla diretta dall’interno della libreria.

Lidia Menapace

La seconda parte della mattinata sarà invece dedicata a Lidia Menapace, partigiana, che è venuta a mancare solo pochi mesi fa, nel dicembre 2020. Alle 11.30 si leggerà e parlerà della vita di Lidia insieme a Maite Iervolino, dell’Associazione Lidia Menapace e a Bruna Mancini, dell’Università della Calabria.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA