SAN FELICE A CANCELLO – Dopo l’importante finanziamento di poco più di 2 milioni di euro per l’adeguamento tecnologico e strutturale, per l’Ospedale Ave Gratia Plena si va verso la ripresa progressiva dei servizi.

APPROFONDISCI SUI FINANZIAMENTI DELLA REGIONE

La ripresa è stata ufficialmente comunicata con una nota del direttore sanitario dell’Asl di Caserta Marco de Fazio. Ovviamente a spingere verso la ripresa delle attività è l’attuale quadro epidemiologico, con i contagi da Covid-19 tendenti alla stabilizzazione. Proprio per questo, seppur la revoca abbia effetto immediato, la ripresa sarà progressiva e graduale per i due settori principali della lungodegenza e della riabilitazione cardiologica.

Il quadro epidemiologico verrà costantemente monitorato proprio perché qualora l’andamento dei contagi dovesse riprendere in aumento, si possa rapidamente attuare l’attuale programmazione ospedaliera con l’eventuale nuovo blocco dei ricoveri e l’attivazione di un intero reparto Covid-19 dedicato all’interno del Covid Hospice previsto a San Felice a Cancello e ancora in corso di istituzione.

Quando alle opere strutturali, come anticipato ieri in un intervista a Giornalenews dall’on. Antonio Del Monaco (M5S), i lavori riguarderanno l’adeguamento degli ascensori e il completamento del terzo piano.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA