Foto: © SSC Napoli

Due gol di Insigne: nessun giocatore ha segnato più doppiette casalinghe del capitano azzurro in questo campionato: 3, come Lukaku, Ibrahimovic e Ronaldo. Altro record di Mertens: è il miglior marcatore con la maglia del Napoli in Serie A, raggiunto Vojak a quota 102

Vittoria doveva essere e vittoria è stata: il Napoli travolge la Lazio 5-2 e lancia un segnale alle dirette concorrenti per un posto nella prossima Champions League. Squadra di Gattuso quanti a meno due dalla coppia Atalanta-Juventus e a meno 3 dal Milan secondo in classifica. Inizio di gara che non tradisce un match, quello tra azzurri e biancocelesti, spesso pieno di emozioni. Su un calcio d’angolo per i partenopei, Milinković-Savić colpisce sul volto Manolas. Di Bello non se ne accorge, sul contropiede laziale Lazzari viene toccato in area da Hysaj. Il fischietto di Brindisi dopo aver consultato il Var concede il rigore al Napoli, trasformato al 7′ da Insigne. Passano 5 minuti e arriva il raddoppio: ripartenza fulminea, palla a Politano che punta Fares e sorprende Reina sul suo palo.

Dopo l’uno-due della squadra di Gattuso la Lazio prova a reagire: al 18′ la chance per accorciare lo svantaggio ma è il palo a fermare Correa. L’episodio sembra incoraggiare gli ospiti che cominciano a spingere a dispetto di un Napoli che abbassa il baricentro. Col passare dei minuti però, si affievoliscono le occasioni da gol: gli azzurri (stasera in divisa “argentina”) tentano di fare possesso, pronti a sfruttare gli spazi lasciati dai laziali, alla ricerca di una rete che possa riaprire il match. Non manca tuttavia l’intensità, con le due squadre decise a lottare su ogni pallone. E infatti dopo 45 minuti sono ben 5 gli ammoniti.

Altro uno-due nella ripresa, gioielli di Insigne e Mertens

Partono bene gli azzurri anche al ritorno dagli spogliatoi: prima il gol annullato a Zielinski (posizione irregolare), poi la perla di Insigne che realizza il 3-0 dopo un’altra bella ripartenza. Per il capitano doppietta e 17esimo gol in campionato. Ma lo spettacolo non finisce qui: dodici minuti dopo giocata sontuosa di Zielinski sull’out di destra, assist per Mertens che dal limite e di prima intenzione la piazza all’incrocio. Per il belga è la rete numero 135 con la maglia del Napoli. Zielinski però regala alla Lazio il gol che consente di accorciare le distanze: a segnarlo è Immobile – servito da Pereira – tutto solo davanti Meret. Match dalle mille emozioni: quattro minuti dopo arriva anche il 4-2 realizzato da Milinković-Savić su calcio di punizione che pare riaprire la gara. Le speranze di una clamorosa rimonta della Lazio però vengono spente dalla ditta LozanoOsimhen: assist del messicano, bolide del nigeriano per il 5-2 che all’80’ chiude ogni discorso.

TABELLINO

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas (71′ Rrahmani), Koulibaly, Hysaj; Fabiàn, Bakayoko (89′ Lobotka); Politano (71′ Lozano), Zielinski (82′ Elmas), Insigne; Mertens (71′ Osimhen)
A disposizione: Contini, Idasiak, Maksimović, Mario Rui, Zedadka, Petagna, Cioffi All. Gattuso

Lazio (3-5-2): Reina; Marušić, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinković-Savić (83′ Akpa Akpro), Lucas Leiva (58′ Cataldi), Luis Alberto (64′ A. Pereira), Fares (64′ Lulić); Correa, Immobile (83′ Muriqi)
A disposizione: Strakosha, Alia, Musacchio, Hoedt, Patric, Parolo, Caicedo All. Farris

Arbitro: Di Bello di Brindisi. Var:  Irrati-Bindoni
Reti: 7′ (rig.) e 53′ Insigne 12′ Politano 65′ Mertens 70′ Immobile 74′ Milinković-Savić 80′ Osimhen
Ammoniti: Milinković-Savić (L), Manolas (N), Lucas Leiva (L), Fabiàn (N), Mertens (N), Immobile (L), Di Lorenzo (N) A. Pereira (L)
Angoli: 2-3
Recupero: 3′ p.t., 4′ s.t.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA