Ventotto anni trascorsi a Maddaloni, poi la decisione di intraprendere una strada già percorsa da migliaia di ragazzi del Mezzogiorno: oggi si impegna per emergere nel mondo del calcio nel mestiere di procuratore sportivo

Giuseppe Cioffi, oggi 30enne, due anni fa lascia la città calatina per trasferirsi al nord, a Pavia, alla ricerca di opportunità migliori. Non è stata una scelta facile, ma oggi la rifarebbe. “È stato difficile lasciare famiglia e amici, ma al nord le occasioni non mancano. Nel giro di 3 settimane dal mio trasferimento ho trovato un lavoro iniziando come cameriere“, dice Giuseppe che, a GiornaleNews, ci racconta di come lavora per inseguire il suo sogno, quello di diventare un procuratore sportivo.

Giuseppe, come è cominciata la tua avventura?È stata la passione per il calcio che mi ha spinto ha rincorrere questo desiderio, soprattutto quando sei consapevole che puoi fare molto di più rispetto ad un altro mestiere. Allora ho iniziato a fare delle ricerche per comprendere questo mondo, per poi recarmi a Milano per svolgere il corso di agente sportivo“.

Al momento però la tua attività è un’altra – “Sto lavorando come talent scout. Questo mi ha aiutato a incontrare molte persone che potevano darmi una mano per la mia carriera e per la mia crescita. Come osservatore infatti ho conosciuto Andrea Ritorni, scopritore di diversi talenti come Giorgio Chiellini, Simone Zaza, Antonio Candreva, il Papu Gomez e tanti altri. Al momento collaboro con lui“.

Cosa fa un talent scout?Vado alla ricerca di giovani di talento tra i 15 e i 16 anni. Quando capisco che hanno doti tecniche e atletiche interessanti il mio compito è di segnalarli alle società, in base alle caratteristiche che loro ricercano in un calciatore. Mi confronto con Andrea e insieme scegliamo quale decisione prendere, quale club contattare. Inoltre mi occupo di compilare le relazioni tecniche dei ragazzi osservati, scritta in base alle caratteristiche tattiche, tecniche, atletiche e ai tempi di gioco“.

Dove si concentra la tua attività?Principalmente nella zona di Pavia e in tutta la sua provincia. Ma è un lavoro che mi porta a spostarmi in diverse zone italiane. Mi muovo andando alla ricerca di giocatori da individuare, anche grazie a delle segnalazioni che sono fondamentali, perché ti consentono di concentrarti su una determinato ragazzo e di capire se è realmente bravo. Anzi, chiunque voglia segnalarmi dei giovani talenti, lo può fare attraverso un video di partite ufficiali alla mia mail «cioffigiuseppe1990@gmail.com». Dopodiché valuterò se osservarli da vicino“.

Attualmente chi stai seguendo?Purtroppo a causa della pandemia i campionati giovanili sono fermi. Ma appena si ritornerà in campo ho diversi ragazzi da osservare, anche uno della Caserta Academy. E poi giocatori in società della Puglia o all’estero, come in Spagna“.

Qual è il tuo obiettivo?A breve sarò ufficialmente un agente sportivo, ma voglio abbinare a questa attività quella di talent scout, in modo da seguire la crescita dei giocatori facendo loro da procuratore. Lavorerò per creare una rete di osservatori nel tentativo di avere la procura di tanti calciatori. E non è detto che non possa fondare una mia società tornando in Campania. Anche se il mestiere di talent scout e di agente ti porta ovunque“.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA