Foto: SSC Napoli

Spettacolare l’azione del primo gol del Napoli: azione veloce ad un tocco tra Demme, Fabiàn, Osimhen e Zielinski: per lo spagnolo seconda rete in campionato, la terza in stagione

La sconfitta di mercoledì a Torino contro la Juventus è già un ricordo: il Napoli si rimette in marcia nella corsa per un posto in Champions e torna a casa da Genova con i 3 punti. Al Luigi Ferraris una rete di Fabiàn nel primo tempo e una di Osimhen nel finale di gara consentono agli azzurri di superare la Sampdoria. Squadra di Gattuso in versione “argentina”: primissimi minuti di studio, poi al 5′ chance per i partenopei con Zielinski. Sul cross di Politano dalla destra, il polacco non è preciso nell’impattare il pallone. È la scintilla che accende il match: i ritmi si alzano e le due squadre cominciano ad attaccare.

Non manca l’intensità, mancano invece le conclusioni verso le specchio della porta. Bisogna aspettare al 22′ per assistere ad una situazione pericolosa: sul cross insidioso di Zielinski, Yoshida salva quasi sulla linea il tentativo azzurro di concludere a rete. Poco dopo è Insigne a rendersi pericoloso, Audero respinge in corner il destro dell’azzurro. Al 35′ Napoli in vantaggio: combinazione veloce e ad un tocco tra Demme, Fabiàn, Osimhen e Zielinski chiusa dal sinistro dal limite dell’area dallo spagnolo. Per Ruiz è il secondo gol in campionato. Sull’1-0 gli azzurri s’impossessano del gioco alla ricerca del raddoppio, chiudendo la Sampdoria nel sua metà campo. Ci va vicinissimo Politano al 42′: l’attaccante però è poco preciso nella battuta a rete.

LA SAMP CI PROVA, IL NAPOLI SPRECA

Pericolosa la Sampdoria ad inizio ripresa: ci pensa Koulibaly – per due volte – a mettere una pezza sui tentativi in entrambi in casi di Gabbiadini. È il Napoli però a sprecare le migliori occasioni: ripartenza fulminea, Zielinski si fa fermare da Audero. Ci riprova Fabiàn al 53′, stavolta il suo sinistro è alto sulla traversa. Azzurri ancora vicinissimi al 2-0 con Insigne, Audero è super nell’opporsi. Tentativo doriano affidato a Quagliarella, il suo destro è centrale. Più insidioso il sinistro di Gabbiadini, bravo Ospina a distendersi. Gara che resta in bilico, proprio a causa degli errori sotto porta dei partenopei: al 76′ gol annullato ai blucerchiati – dopo il consulto ValeriVar – per un fallo di Thorsby su Koulibaly sugli sviluppi di un corner. A 15 dalla fine la squadra di Ranieri aumenta il forcing, Gattuso manda dentro Lozano e Mertens per un Napoli ancora più offensivo. All’87’ la rete che chiude i giochi: è proprio il belga a lanciare Osimhen per il definitivo 2-0. Partenopei quarti in attesa di FiorentinaAtalanta.

TABELLINO

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynki, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Damsgaard (86′ Léris), Jankto (86′ Verre); Gabbianidi, Quagliarella (66′ Keita Balde)
A disposizione: Ravaglia, Letica, Rocha, Ramírez, Askildsen, Regini, La Gumina, Tonelli, Ferrari All. Ranieri

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabiàn (90′ Elmas), Demme; Politano (73′ Lozano), Zielinski (74′ Mertens), Insigne (90′ Bakayoko); Osimhen
A disposizione: Meret, Contini, Hysaj, Maksimovic, Rrahmani, Lobotka, Petagna, Cioffi All. Gattuso

Arbitro: Valeri di Roma. Var: Aureliano-Tegoni
Reti: 35′ Fabiàn 87′ Osimhen
Ammoniti: Manolas (N), Koulibaly (N), Lozano (N)
Angoli: 8-7
Recupero: 0′ p.t., 6′ s.t.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA