MADDALONI- Continuano i contatti serrati tra il comune di Maddaloni e i vertici di Rfi. Ieri, c’è stato l’incontro a Roma. Abbiamo chiesto all’on. Antonio Del Monaco (M5S), che ha accompagnato il sindaco De Filippo, quali saranno gli sviluppo della nuova trattativa avviata.

Dopo l’incontro con l’ex amministratore delegato Maurizio Gentile, che succederà?

Gli accordi pregressi e i nuovi saranno portati all’attenzione del successore che li acquisirà in automatico.

Di quali opere stiamo parlando?

Del rifacimento dell’Appia innanzitutto, dai Giardinetti allo svincolo per Cervino. In aggiunta le nuove strade che stanno costruendo. Ma non solo viabilità…

Non solo?

Si, c’è il progetto del Lazzeretto che è molto importante. Si tratta della ristrutturazione, riqualificazione e insediamento di un polo museale. Il tutto passerà anche attraverso un protocollo d’intesa con la Soprintendenza.

Con quale obiettivo?

Qui, saranno partati tutti i reperti trovati durante i lavori di scavo della Napoli-Bari. A questi aggiungerà la possibile traslazione della villa di Boscorotto attualmente presente nello scalo merci ferroviario. L’obiettivo è la riqualificazione di quella zona e avviare una necessaria valorizzazione dell’Appia Antica. Per dare risalto questa area che è stata centrale nel passaggio in passato da Roma a Benevento.

Quindi questa quattro cose verranno inserite in un nuovo accordo?

Esattamente, tutti gli interventi verranno disciplinati con una intesa che definirà i dettagli e la fase esecutiva.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA