Foto: tag_reuters.com

Ronaldo e il rientrante Dybala firmano i 3 punti che “salvano” Pirlo. Male il Napoli nel primo tempo, meglio nella ripresa: gli azzurri restano a meno 2 dal quarto posto

Dopo 6 risultati utili consecutivi il Napoli trova la sconfitta – la nona in Serie A – nella gara di recupero contro la Juventus: all’Allianz Stadium finisce 2-1 con le reti siglate da Cristiano Ronaldo, Dybala e Insigne. Va dunque ai bianconeri lo scontro diretto per la Champions: gli azzurri restano quinti a 2 punti dall’Atalanta quarta, quando mancano nove giornate alla fine del campionato. Squadre aggressive in avvio di gara: passano appena 3 minuti e Ronaldo sciupa la palla del vantaggio. Il portoghese tutto solo in area piccola liscia di testa il pallone. Risposta azzurra immediata affidata a Zielinski, ma il polacco spreca. Dieci minuti di alto ritmo e con diversi errori da una parte e dall’altra: Rrahmani salva su Chiesa, Alex Sandro invece su Lozano. Al 13′ passa la Juventus: grande giocata di Chiesa che salta Hysaj e Insigne, cross per CR7 che questa volta non sbaglia.

Dopo l’avvio sprint scompaiono le occasioni da rete, il ritmo cala ma l’intensità resta buona, con le due squadre che provano entrambe a fare gioco. Fa più fatica però il Napoli di fronte a una Juventus che appare più pericolosa: gli azzurri sono poco presenti in attacco e trovano difficoltà dinanzi la qualità e la fisicità dei bianconeri. Al 30′ proteste juventine per un fallo in area di Lozano su Chiesa: per Mariani e per il Var non c’è rigore. Sul finire del primo tempo – che si chiude 1-0 – anche i partenopei chiedono un rigore per un intervento di Alex Sandro su Zielinski. Anche in questo caso non c’è nulla.

REAZIONE NAPOLI NELLA RIPRESA, MA NON BASTA. TORNA E SEGNA DYBALA

Subito una chance per il Napoli a inizio ripresa: azione di Insigne, palla a Di Lorenzo il cui tiro è respinto da Buffon. Secondo tempo iniziato come il primo: occasioni da entrambe le parti, Chiesa manda a lato un colpo di testa, poi Cuadrado conclude a lato da buona posizione. Gattuso cambia, schierando una squadra super offensiva: dentro Politano e Osimhen, fuori Lozano e Demme, con Zielinski in coppia con Ruiz in mezzo al campo. Ci prova subito il nigeriano: salva Alex Sandro. Azzurri più vivi in campo: tentativo di Insigne che dopo aver saltato De Ligt scaglia un sinistro potente deviato da Buffon. Il portiere bianconero si ripete 10 minuti più tardi sul tiro di Fabiàn. Nel momento migliore del Napoli arriva il raddoppio della Juventus: lo firma il rientrante Dybala con un tiro a giro imprendibile per Meret. La rete spezza il morale del Napoli, mentre la squadra di Pirlo pensa a gestire il doppio vantaggio. A 2 minuti dal 90′ rigore per i partenopei: fallo di Chiellini su Osimhen, dal dischetto Insigne accorcia. Il tempo però è poco: vince la Juventus.

TABELLINO

Juventus (4-4-2): Buffon; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado (69′ McKennie), Bentancur, Rabiot, Chiesa (80′ Arthur); Morata (69′ Dybala), Ronaldo
A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Demiral, Frabotta, Dragusin, Di Pardo, Fagioli, Ramsey, Kulusevski All. Pirlo

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Hysaj (76′ Mario Rui); Fabiàn (89′ Petagna), Demme (54′ Osimhen); Lozano (54′ Politano), Zielinski, Insigne; Mertens (76′ Elmas)
A disposizione: Ospina, Contini, Maksimovic, Manolas, Lobotka, Bakayoko, Cioffi All. Gattuso

Arbitro: Mariani di Aprilia Var: Di Paolo-Peretti
Reti: 13′ Ronaldo 73′ Dybala 90′ Insigne (rig.)
Ammoniti: Koulibaly (N), Alex Sandro (J), Rrahmani (N)
Angoli: 2-6
Recupero: 2′ p.t., 4′ s.t.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA