“Il grido di dolore dei commercianti e degli esercenti scesi nelle piazze è comprensibile. Non si può pensare di imporre chiusure prolungate senza soffermarsi ad affrontare anche le conseguenze che queste comportano: dal disagio economico delle famiglie al pericolo concreto delle infiltrazioni della camorra nelle attività commerciali. La criminalità organizzata è l’unica ad avvantaggiarsi della disperazione e dello stato di difficoltà tanto dei singoli quanto dei commercianti costretti, senza una adeguata programmazione di ripartenza, alla vendita delle proprie attività. E’ il motivo che ci ha spinto ad istituire una sottocommissione ad hoc in seno alla Commissione Anticamorra e Beni Confiscati, ma si tratta di un pericolo che va scongiurato partendo dalla base. E’ necessario cambiare passo per dare finalmente un segnale positivo all’economia e al commercio”. Così Gianpiero Zinzi, capogruppo Lega in Consiglio regionale della Campania. 

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA