Lo sport diventa un hub sociale per la campagna di vaccinazione: ieri Figliuolo ha diffuso il piano vaccinazioni che aspira all’immunità di gregge entro settembre

Anche lo sport è pronto a fare la sua parte nella campagna di vaccinazione, considerata la vera sfida per porre fine all’emergenza pandemica. Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha infatti concordato col Commissario straordinario all’Emergenza Covid-19, Generale Francesco Paolo Figliuolo, di mettere a disposizione la sua rete territoriale al servizio dei cittadini. Proprio ieri Figliuolo ha diffuso il documento contenente il piano vaccinale. L’intenzione è quella di arrivare entro aprile a somministrare 500 mila dosi al giorno su scala nazionale, in modo da avere l’80% degli italiani vaccinati entro settembre. Una percentuale che garantirebbe l’ambita immunità di gregge.

POTREBBE INTERESSARTI: World Series, Paltrinieri terzo a Doha nella prima tappa

Ogni Comitato Regionale e ogni Delegazione Provinciale del CONI individueranno in tempi rapidi una struttura da adibire all’accoglienza delle persone che dovranno sottoporsi alla vaccinazione. Le atlete e gli atleti di ognuna delle Regione e delle Provincie faranno da testimonial di questo progetto che verrà realizzato con la collaborazione dei medici della Federazione Medico Sportiva Italiana, unica società scientifica di Medicina dello Sport riconosciuta dal Ministero della Salute.

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA