Alla fine della corsa, il tanto chiacchierato “televoto” li ha traditi sul più bello, premiando la rivoluzione Maneskin. Resta la consolazione di aver centrato il traguardo che tutti pronosticavano alla vigilia, ovvero quel posto sul podio che rappresentava l’obiettivo minimo per due dei nomi più “forti” di questo Sanremo2021. Il Festival, però, si gioca sul palcoscenico e non nelle chiacchiere della vigilia e i favoriti Fedez e Francesca Michielin hanno dovuto fare i conti con esordienti agguerriti e veterani dell’Ariston che hanno scombussolato i programmi. Quattro serate ai margini della top ten per poi piazzare il clamoroso recupero con gli sms della finalissima. Un secondo posto rafforzato dai numeri impressionanti di queste prime ore post festivaliere che vedono la canzone “Chiamami per nome” letteralmente volare negli airplay radiofonici e negli streaming Itunes, Spotify e Amazon, mentre il video ufficiale (registrato nei teatri “popolati” solo dai lavoratori dello spettacolo, ndr) è a quota sei milioni e mezzo di visualizzazioni in sei giorni. “La canzone portata a Sanremo – spiega Fedez durante l’incontro con la stampa – affronta principalmente le tematiche dell’amore, ma riflette anche le insicurezze del momento attuale, in cui siamo fortunati a vivere il grande privilegio della speranza. Il testo è stato scritto insieme, in prima battuta da me e Francesca, per poi allargarsi a tutto il team di scrittura e composizione, con Davide Simonetta, Jacopo, Dargen e Mahmood è stato un lavoro di collettività, un viaggio che mi ha portato una vera boccata di ossigeno”. E’ stato anche il Sanremo degli influencer a distanza, con la voltata finale che ha visto l’inedito derby tra Vasco Rossi e Chiara Ferragni piombare sull’ultimo giro della kermesse. Il Komandante con il suo tifo spudorato per i Maneskin, celebrato in diversi post prima e dopo la vittoria della band romana, mentre la Ferragni ha chiamato a raccolta i suoi 23 milioni di followers per dare via alla remuntada che si fermata al secondo posto.

Francesca Michielin e Fedez durante un’esibizione e Sanremo2021

Una volta erano le schedine del Totip, oggi sono le stories su Instagram. Fare il tifo non è certamente reato. “Una polemica davvero sterile – ha replicato Fedez – quella a riguardo del sostegno via social. Ciò cosa vi aspettavate da mia moglie? È mia moglie e supporta suo marito…”. Primo Sanremo con carico esagerato di emozione per Fedez, seconda esperienza per Francesca Michielin, che nel 2016 aveva già calcato l’Ariston con il grande successo di “Nessun grado di separazione”. Anche il quel caso secondo posto e porte aperte per l’Eurovision Song Contest. La coppia Fedez-Michielin è ricordata anche per due grandi hit come “Cigno Nero” e “Magnifico” che avevano dato il via ad una collaborazione sfociata poi anche in una grande amicizia come ha confermato il rapper. “Francesca è stata la mia roccia in questo Sanremo, la persona che mi ha sostenuto in quella che è stata un’esperienza incredibile. Non ho mai provato un miscuglio così contrastante di emozioni su di un palco. Senza “Franci” sarei svenuto molto probabilmente. E’ stata la mia carica, la mia forza. Mi bastava guardarla per sentirmi meglio”. Non è difficile immaginare quale sarebbe stata l’accoglienza che la città di Sanremo avrebbe riservato a Federico e Francesca se fosse stato un Festival normale. In tantissimi avrebbero aspettato ore fuori l’Ariston per strappare un selfie con la coppia. “Nonostante tutte le restrizioni e i protocolli severissimi – precisano Federico e Francesca – ci sentiamo di affermare che è stato un Festival con un’atmosfera fantastica. Condividere questa “boccata di normalità” con altri artisti è stato bello e divertente. Sanremo2021 ci ha fatto ritornare, almeno per una settimana, alla nostra vita, al dialogo, al confronto diretto con chi fa musica”.

Un Festival definito “rivoluzionario” dove sullo stesso palco hanno condiviso Madame ed Orietta Berti. “Un Sanremo innovativo – aggiunge Francesca Michielin – che ha avuto nei tanti esordienti la sua principale forza. Non dimentichiamo che si parla di debuttanti di Festival ma con già tanta esperienza alle spalle. Prendiamo il caso de La Rappresentante di Lista. Forse alla vigilia della kermesse erano poco conosciuti, dopo una settimana tutti cantano la loro canzone. Questa è la potenza di Sanremo!”. Come detto il video di “Chiamami per nome”, nato da un’idea di Francesca e Federico e diretto da Antonio Usbergo e Niccolò Celaia per YouNuts!, vuole richiamare l’attenzione sulla situazione dello spettacolo dal vivo in Italia, duramente provato da mesi di chiusura imposta dall’emergenza sanitaria. Francesca Michielin e Fedez cantano dai palchi dei teatri milanesi (Teatro degli Arcimboldi, Teatro Menotti, Teatro Gerolamo e Teatro alla Scala) ormai chiusi da più di un anno e sono protagonisti di un piano sequenza assieme agli addetti ai lavori che, in tutta sicurezza, lavorano per mettere in scena uno spettacolo di cui diventano l’unico pubblico ad ora possibile.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA