Si incastonerà venerdì sera, all’interno della quarta serata del Festival della canzone italiana, un altro momento molto intenso e fortemente voluto dai due padroni di casa. Sanremo2021, infatti, renderà omaggio a Renato Carosone di cui quest’anno ricorre il 101° anniversario dalla nascita. L’occasione è data anche dall’annuncio di “Carosello Carosone”, la fiction di prossima messa in onda su RaiUno che omaggerà il grande pianista e compositore napoletano. Una formazione speciale all’Ariston per ricordare Carosone, l’artista che con la sua musica rivoluzionaria ed ancora oggi fonte di ispirazione, ha saputo conquistare l’America. Enzo Avitabile e i Bottari di Portico, infatti, sbarcano a Sanremo per regalare una nuova versione di “Caravan Petrol”, canzone del 1958 che attraverso lo stile inimitabile di Carosone e del suo gruppo (Gegè di Giacomo, Peter Van Wood, Elek Bacsik, Ray Martino) ironizza sulla ricerca del petrolio da parte di un napoletano. Insieme con Enzo Avitabile e i Bottari non poteva che aggiungersi Fiorello, miglior anello di congiunzione possibile tra il repertorio di Carosone e il groove di Avitabile. Per Fiorello, inoltre, sarà un emozionate tuffo nel passato per rivivere uno dei momenti più belli ed apprezzati della sua carriera.

Un’immagine della fictionn su Carosone che sarà trasmessa a marzo su RaiUno

Lo showman siciliano, infatti, aveva già interpretato una rivisitazione di “Caravan Petrol” all’interno del film “Passione” di Jonh Torturro del 2010. Un film-evento che ha fatto il giro del mondo dopo essere stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. Un grande omaggio alla musica napoletana con un cast decisamente di qualità chiamato a dare nuova luce a melodie intramontabili (GUARDA VIDEO). Nel corso della loro straordinaria carriera, sia Enzo Avitabile che Renato Carosone hanno incontrato il Festival di Sanremo. L’autore di “Soul Express” in tempi recentissimi. Era il 2018 e il direttore artistico Claudio Baglioni fece un regalo a tutto il pubblico portando in gara Avitabile in coppia con Peppe Servillo con il brano “Il coraggio di ogni giorno”. Per Carosone, invece, unica partecipazione al Festival nel 1989 con “Na canzuncella doce doce” scritta dall’amico Claudio Mattone.

Avitabile, Bottari, Carosone: il Napoli Power si prende la scena a Sanremo in attesa di vedere la fiction interpretata da Eduardo Scarpetta sul pianista che fece innamorare gli americani. Per la cronaca doveroso menzionare altri due momenti fortemente legati a Napoli e ai suoi straordinari interpreti. Tra i CAMPIONI in gara ci penseranno Arisa nella re-interpretazione di “Quando”, uno dei più grandi successi di Pino Daniele legato a doppio filo anche all’amicizia con Massimo Troisi, ed Ermal Meta che insieme con la Napoli Mandolin Orchestra, omaggerà Lucio Dalla con “Caruso”.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA