Nel Festival di Sanremo, il COVID starebbe per fare la prima vittima eccellente. Il condizionale e d’obbligo e adesso capiremo il perché. Nella giornata di martedì è stato provato positivo al test antigenico un collaboratore di Irama, uno dei BIG in gara. Avviate le procedure di rito anche altri due collaboratori del cantautore sono risultati positivi al molecolare. Per il cantautore, invece, nessuno problema ai test. Irama, ad onore di regolamento stilato per questa edizione molto particolare, dovrebbe lasciare la gara perché in quarantena. Già nella prima puntata l’artista era stato sostituito con Noemi. Ci sono però trattative in corso in queste ore. Il direttore artistico Amadeus avrebbe proposto a tutte le case discografiche e agli altri CAMPIONI in gara di permettere ad Irama di partecipare in remoto con il video delle prove registrate lunedì pomeriggio. Un Sanremo a distanza, un pochino come succede con la scuola per gli studenti. I dati di ascolto della prima serata, intanto, premiamo Amadeus e Fiorello con 11,5 milioni di spettatori e il 47% di share. Confrontando i dati con la passata edizione si nota la mancanza di circa un milione di utenti. Da considerare anche il diverso periodo collocamento e il turno infrasettimanale di Serie A che riguarderà anche la puntata di stasera.

AGGIORNAMENTI

Nel tardo pomeriggio di mercoledì, la decisione finale. Irama sarà in gara attraverso la registrazione della sua canzone effettuata Lunedì 1 Marzo durante le prove generali al Teatro Ariston. Il cantautore, così come tutti gli altri CAMPIONI in gara insieme con le case discografiche, ha accettato la proposta di Amadeus che stralcia il regolamento concordato alla vigilia del Festival che prevedeva l’esclusione dalla gara per i concorrenti che fossero stati sottoposti a regime di quarantena. Irama, seppur con esito del tampone melecolare negativo, si trova in isolamento a causa della positività al COVID-TEST riscontrata a tre membri del suo staff

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA