Applausi finti e, forse, nei prossimi giorni anche qualche presenza cartonata in platea come si vede già in qualche stadio da calcio. Il Sanremo SENZA Sanremo apre le danze e questa è sicuramente la notizia migliore come sottolinea lo stesso Amadeus. Finalmente musica, canzoni ed arte inizieranno a far parlare di sé a vantaggio di uno show totalmente televisivo per il quale la RAI non nasconde di aspettare grandi ascolti che sappiano almeno fare il pari con quelli clamorosi dell’anno scorso. E’ sbarcato a Sanremo dal suo megayacth (sul quale alloggerà durante il Festival), Zlatan Ibrahimovic, il fuoriclasse del Milan tra i più attesi in questa edizione. Ancora non si è capito bene cosa farà (tranne per il momento musicale del mercoledì con Sinisa Mihajlovic, Ama & Fiore in “Io Vagabondo”) durante le maratone televisive allestite dal direttore artistico (oltre cinque ore di diretta), ma ha fatto chiaramente capire di voler lasciare il segno nell’appuntamento più importante dello spettacolo italiano. Non è escluso un suo piccolo monologo su temi come il razzismo. Qualcuno in Sala Stampa lo provoca: “Se Amadeus invita anche Lukaku per l’ultima sera?”. Ibra non si scompone e risponde sintetico: “E’ il benvenuto!”. Loredana Bertè sarà la prima super ospite (con medley dei suoi successi e l’inedito “Figlia di…“), mentre Diodato ritorna sul luogo del trionfo. Al fianco di Amadeus, l’attrice Matilda De Angelis e probabile apertura da parte della Banda Musicale della Polizia di Stato (forse in registrata per esigenze di protocollo). Tra gli ospiti anche Alessia Bonari, l’infermiera simbolo della prima ondata COVID.

L’attrice e cantante Matilda De Angelis, prima donna di Amadeus al Festival

In gara i primi tredici CAMPIONI che avranno questo ordine di uscita: Arisa, Colapesce & Di Martino, Aiello, Fedez & Michielin, Max Gazzè, Noemi, Madame, Maneskin, Ghemon, Coma_Cose, Annalisa, Francesco Renga, Fasma. E’ già tempo di verdetti tra i Giovani. Stasera in gara Gaudiano, Elena Faggi, Avicola e Folcast. Due accedono alla finale, due lasceranno l’Ariston. Durante la serata il sentito ricordo per Claudio Coccoluto, il grande dj scomparso a 59 anni dopo aver lottato contro un brutto male. Amadeus ha annunciato commosso che il Festival non poteva dimenticare un maestro della consolle capace di raggiungere vertici internazionali (GUARDA IL VIDEO). Claudio Coccoluto aveva lasciato il segno anche a Sanremo. Pippo Baudo lo volle nella Giuria di Qualità nel 2003. Fece ritorno nel 2007 e nel 2013. Finalmente il 2 marzo. L’Italia della canzonetta apre il sipario. Il Festival più inedito di sempre prova a regalare intrattenimento al pubblico tra tamponi e protocolli.

CLICCA SUL PLAYER E GUARDA IL VIDEO

AGGIORNAMETO CAST PRIMA SERATA: In seguito al tampone antigenico, risultato positivo, di uno dei componenti dello staff di Irama, l’artista è stato sottoposto a tampone molecolare di verifica. Pertanto, in attesa del risultato, la sua esibizione – prevista questa sera – è stata rimandata alla seconda serata del Festival. Al suo posto stasera si esibirà Noemi.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA