Hanno voluto arrivare prima del Festival di Sanremo dando simbolicamente inizio alla settimana canora che sta per prendere il via in maniera molto diversa dal solito. A differenza delle canzoni che ascolteremo da martedì 2 marzo sul palco dell’Ariston, quasi tutte incentrate sull’amore e sul romanticismo, loro hanno voluto, attraverso la musica, lanciare il messaggio più importante del momento: andiamo a vaccinarci e proviamo a sconfiggere questo maledetto virus che da un anno ha stravolto la nostra vita. Una canzone impegnata dove però non manca il buon umore e la voglia di guardare con ottimismo il futuro. Come anticipato da GIORNALE NEWS (LEGGI IL SERVIZIO) è arrivato online il video de “’A Libertà e n’Abbraccio”, il bellissimo progetto che porta la firma del pediatra Stefano Piccolo, dell’attore/regista di Maddaloni, Michele Cupito e del bravissimo musicista, autore, arrangiatore di Santa Maria a Vico, Daniele Dogali. Uno slow rap infarcito degli usi e costumi che, purtroppo, tanto abbiamo imparato a conoscere negli ultimi mesi. Una canzone che, siamo sicuri, entrerà subito nel cuore del pubblico e ci farà capire, attraverso un buon sorriso e la forza delle parole, quanto è importante la vaccinazione.

Stefano Piccolo, Michele Cupito, Daniele Dogali

L’impronta principale de “’A Libertà e n’Abbraccio” nasce dalla storica collaborazione tra Piccolo e Cupito, già protagonisti di tanti eventi legati alla beneficenza e alla solidarietà. A loro si è aggiunto il musicista Dogali che ha confezionato il tutto con grande passione e professionalità. I protagonisti assoluti, però, non possono essere che loro, i tanti ragazzi che hanno collaborato alla realizzazione del video (GUARDA SU YOUTUBE). Si tratta dei giovani provenienti sia dal laboratorio musicale di Dogali che dalla scuola di recitazione di Cupito. A completare la squadra troviamo la fattiva collaborazione, nel backstage delle riprese, di Susy Piccolo e soprattutto l’impronta di Nick Bound per l’editing e il mastering del video. Dopo tanta attesa e alcuni gustosissimi spoiler sui social non vi resta che ascoltare in loop “’A Libertà e n’Abbraccio” e capire definitivamente che contro la pandemia che non accenna a darci tregua e che continua a macinare un drammatico numero di morti, la vaccinazione e l’unica arma certificata per combatterla. Buon ascolto e…. ma a pensarci bene questi sul palco dell’Ariston avrebbero fatto brutta figura?

CLICCA IL PLAYER E GUARDA IL VIDEO

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA