Ci sta un dottore, un attore e un musicista. Chiariamo subito che non è il classico incipit di una barzelletta, anzi è tutto vero. Il dottore, l’attore e il musicista avrebbero tutte le carte in regole per essere inc****ti neri dopo un anno di terribile emergenza sanitaria. Il dottore distrutto dalla fatica di turni interminabili, dal dolore di tante vite terminate davanti ai suoi occhi e dalla paura di portare il contagio in famiglia. L’attore non respira più la polvere del palcoscenico, non dedica più ogni secondo del suo tempo libero a prove, copioni, riunioni e soprattutto non ascolta più l’adrenalinico suono di applausi e risate del pubblico in sala. Il musicista trascorre il suo lockdown in studio a comporre nuove melodie, a provare nuovi arrangiamenti, a rivedere scalette di live e brani inediti da comporre, sognando una piazza piena e gente in festa. Tutti e tre, però, non hanno perso la voglia di fare e soprattutto di guardare con ottimismo al futuro. Non è ancora il momento di piangersi addosso, c’è una campagna vaccinale da affrontare ed allora “meglio un ago in un braccio che… un Virus che ti abbraccia!”.

Cupito-Piccolo-Dogali alle prese con l’ultima fase di post produzione

I tre amici non perdono il sorriso e attraverso la loro arte hanno deciso di lanciare un piccolo messaggio di speranza. Stefano Piccolo (il dottore), Michele Cupito (l’attore) e Daniele Dogali (il musicista) stanno ultimando in questi giorni una sorpresa che presto conosceremo da vicino. Musica, canto e teatro si fondono nella realizzazione della canzone “’A Libertà e n’Abbraccio”, progetto che vede nuovamente coinvolti una coppia già nota alle cronache come quella composta da Stefano Piccolo e Michele Cupito, protagonisti di tanti eventi che hanno legato a doppio filo l’intrattenimento con la beneficenza. A loro si è aggiunto per l’occasione Daniele Dogali, professionista di Santa Maria a Vico che ha scritto musica ed arrangiamenti, cantando a ritmo di slow trap il testo composto da Piccolo e Cupito. A completare la “squadra” troviamo la fattiva collaborazione, nel backstage delle riprese, di Susy Piccolo e soprattutto l’impronta di Nick Bound per l’editing e il mastering del video

In anteprima alcuni shoot del video “‘A Libertà e n’Abbraccio”

Un progetto che ha virtualmente abbracciato tanti bambini, protagonisti del brano che invita alla vaccinazione. I piccoli musicisti del laboratorio di Daniele Dogali, infatti, hanno collaborato nella parte cantata, di contro i giovani attori della Scuola di Recitazione di Michele Cupito hanno impreziosito il video ufficiale già in post produzione e che a breve farà bella mostra di attraverso i tanti canali social. “’A Libertà e n’Abbraccio” sintetizza un anno di pandemia con un testo infarcito di quegli usi e costumi che maledettamente si sono impossessati della nostra quotidianità e vuole spronare gli ultimi scettici nell’aderire in favore dei vaccini, l’unico strumento valido che potrà quanto prima tornare a farci abbracciare. Non è un caso che tanti ragazzi facciano parte di questo brano destinato a conquistare sicuramente le simpatie del pubblico. Proprio la fascia più giovane è stata quella che ha maggiormente sofferto in questi ultimi dodici mesi vedendo le loro passioni e lo loro amicizie cristallizzarsi dietro lo schermo di un computer e di uno smartphone. L’inedito trio Piccolo-Cupito-Dogali ha già confermato che la canzone sarà presto seguita da un’iniziativa di beneficenza ma per il momento non anticipiamo altro e aspettiamo di vedere ultimato questo bellissimo progetto che, tra musica e teatro, ci ripete, a mo’ di tormentone, di accogliere il vaccino come speranza più grande per tornare alla libertà di un abbraccio (ma anche di una sera a teatro, di un concerto e di una cerimonia da festeggiare tutti insieme…).

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA