“L’indagine sulla Asl di Caserta che ha portato 12 persone, tra funzionari, dipendenti e imprenditori, agli arresti domiciliari su ordine del Gip del tribunale di Napoli Nord, è un fatto gravissimo che scuote profondamente l’opinione pubblica di Terra di Lavoro. Il fatto che strutture riabilitative private abbiano potuto lucrare ai danni del sistema sanitario locale, rende il quadro ancora più drammatico e grave se si pensa che le vittime del sistema di corruzione erano i pazienti psichiatrici. Chiediamo che si faccia piena luce su questa vicenda affinché il diritto alla salute, a partire dai soggetti deboli, sia ristabilito e venga data piena attuazione all’Articolo 32 della nostra Costituzione”. A dichiararlo è il coordinatore provinciale di Articolo Uno Caserta Alessandro Tartaglione. 

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA