0 00 3 minuti 4 mesi 2

A questo punto potrebbe prevedere già un accesso derby in famiglia giocato sul terreno di gioco degli ascolti. Marito e moglie che si sfidano a suon di numeri e di percentuali. Un’ipotesi fantasiosa ma non tanto lontana dalla realtà. La coppia in questione è tra quelle più amate del piccolo schermo: Luca Zingaretti e Luisa Ranieri, attualmente entrambi nei panni di rappresentanti dello Stato. Sul “Commissario Montalbano” c’è davvero poco da scrivere che già non si sappia con i suoi record di ascolti quasi ineguagliabili. Il prossimo 6 marzo la PRIMA TV di quello che dovrebbe essere l’ultimo episodio di una serie lunga ventuno anni e quattordici stagioni, entrata di diritto nella storia del Paese. Da meno di quarantotto, invece, ore si è aggiunta alle divise televisive anche il Vice Questore Lolita Lobosco che ha debuttato nella domenica di RaiUno con il termometro dell’Auditel che si è fermato a sette milioni e mezzo (e il 31% di share)!! Ennesimo successo di Rai Fiction che forse ha sbalordito gli stessi protagonisti e produttori. La bellezza da perdere il fiato di Luisa Ranieri dà corpo ed anima al personaggio nato dai romanzi di Gabriella Genisi. La fiction diretta da Luca Miniero ha praticamente stracciato la ricca concorrenza della domenica sera in TV (il posticipo di Serie A, “L’Arena” di Giletti, l’immancabile Fabio Fazio e la regina trash, Barbara d’Urso). Si narrano le vicende e le indagini di Lolita Lobosco, affascinante vicequestore su tacco dodici, tornata nella sua città natale, Bari, alla guida di una squadra di soli uomini. Una sfida importante per una donna polizotto che non vuole rinunciare alla sua femminilità.

La “Squadra” di Lolita Lobosco

Il tutto nella cornice di meravigliosi scorsi pugliesi che oltre a Bari vedono protagonisti anche Monopoli, Putignano, Fasano e Polignano a Mare. Un plebiscito di ascolti in TV ma, non poche critiche arrivate dai social che contestano a Luisa Ranieri un accento pugliese un po’ troppo “macchiettistico”. Qualcuno lo paragona a quello di un Lino Banfi d’annata nelle commedie scollacciate anni ’70, qualcun altro, invece, lo ha bollato addirittura irriverente e forzato. Sui social non si è espresso in merito il sindaco di Bari, Antonio Decaro che ha definito il debutto della serie “un orgoglio per tutta la città di Bari”. Di sicuro c’è la grande accoglienza che il pubblico ha riservato a “Le indagini di Lolita Lobosco” che oltre alla sua protagonista può contare su un cast di bravissimi attori come Bianca Nappi, Filippo Scicchitano, Jacopo Cullin, Ninni Brischetta, Lunetta Savino, Maurizio Donadoni, Susy Del Giudice, Corrado Nuzzo, Giovanni Ludeno. Altri tre appuntamenti per capire se Lolita/Ranieri entrerà nel cuore dei telespettatori allo stesso modo di Montalbano/Zingaretti.