Foto: © SSC Napoli

Sei gol tutti nella ripresa: il Napoli rincorre, ci crede ma è costretto a fare i conti con la forza d’attacco dell’Atalanta

Undici giorni dopo la semifinale di ritorno di Coppa Italia persa per 3-1, il Napoli torna ad affrontare l’Atalanta in campionato al Gewiss Stadium. Sono ancora i padroni di casa ad avere la meglio superando la squadra di Gattuso per 4-2. Per gli azzurri è l’ottava sconfitta, la dodicesima in stagione. Fin dall’inizio i nerazzurri cercano di prendere in mano il controllo della gara, ma gli azzurri sono compatti e fanno buona guardia. Il Napoli però fatica a uscire dalla propria metà campo e si affida al lancio su Osimhen che è ben controllato dalla difesa orobica. Nessun occasione nei primi 20 minuti, l’Atalanta cresce col passare del tempo mettendo apprensione alla retroguardia partenopea ma i suoi tentativi sono imprecisi. Ritmo basso, zero i tiri in porta dopo 30 minuti da una parte e dall’altra. Occorre aspettare al 34esimo: colpo di testa di Osimhen, Gollini smanaccia in angolo. Si chiude sullo 0-0 un primo tempo senza emozioni.

POTREBBE INTERESSARTI: Iapichino e Luna Rossa, è grande Italia nel week end

SECONDO TEMPO SCOPPIETTANTE

Bastano 6 minuti all’Atalanta per sbloccare il risultato: cross di Muriel e colpo di testa preciso di Zapata che sovrasta Mario Rui nel duello e fissa l’1-0. Gattuso manda dentro Insigne, il Napoli reagisce immediatamente: lancio al bacio di Politano, Zielinski a volo fa 1-1. Per il polacco è la quinta rete in campionato. Il pareggio però dura poco: break di Muriel, palla a Zapata che questa volta serve l’assist preciso per il nuovo vantaggio siglato da Gosens. L’Atalanta trova nuovo vigore e il Napoli, come accaduto nelle ultime gare, è in vena di regali: errore di Bakayoko, Muriel salta Rrahmani e batte Meret con un siluro. Gli azzurri non si arrendono: sul cross di Politano deviazione sfortunata proprio di Gosens e punteggio che cambia nuovamente: 3-2. Passa poco e la Dea si riporta sopra di due gol: su calcio d’angolo spizza Djimsiti e insacca Romero. Al 90′ altro infortunio per Osimhen: il nigeriano esce in barella e viene portato in ospedale dopo aver battuto violentamente la testa. Sul 4-2 si chiude il match del Gewiss Stadium.

TABELLINO

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Mæhle (90′ Šutalo), De Roon, Freuler (78′ Pašalić), Gosens; Pessina (83′ Palomino); Muriel (83′ Mirančuk), Zapata (90′ Malinovkyi)
A disposizione: Sportiello, Lammers, Caldara, Kovalenko, Rossi, Ruggeri, Iličić All. Gasperini

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (78′ Koulibaly), Mario Rui (78′ Ghoulam); Fabiàn, Bakayoko, Zielinski (84′ Lobotka); Politano, Osimhen, Elmas (53′ Insigne)
A disposizione: Contini, Idasiak, Zedadka, Costanzo, Labriola, Cioffi, D’Agostino All. Gattuso

Arbitro: Di Bello di Brindisi. Var: Fabbri-Tolfo
Reti: 52′ Zapata, 58′ Zielinski, 64 Gosens, 71′ Muriel, 75′ aut Gosens, 79′ Romero
Ammoniti: Di Lorenzo (N), Djimsiti (A), Gosens (A)
Note: espulso Gasperini
Angoli: 6-2
Recupero: 1′ p.t., 4′ s.t.

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA