Patron Chiappiello ha scelto il nativo di Maddaloni – aversano doc – per difendere il titolo Superbike

Riccardo Russo è pronto a tornare in sella. Dopo il lungo stop a causa del brutto incidente avvenuto a inizio 2020, il centauro di Aversa sarà il pilota di punta della Nuova M2 Racing. Il team campione in carica del titolo Superbike salirà sull’Aprilia Rsv4 nel prossimo CIV (campionato italiano di velocità). Adrenalina a mille: l’obiettivo è confermare il titolo conquistato lo scorso anno da Lorenzo Savadori, pronto al debutto in MotoGP.

Russo, un brutto incidente quello del 27 gennaio 2020?Per evitare un auto sono finito contro un muro perimetrale della Reggia di Carditello. Ho riportato la rottura del femore sinistro, della tibia destra e del polso, finendo più volte sotto i ferri“.

POTREBBE INTERESSARTI: Russo, il motociclista aversano dopo l’incidente: “Nella vita l’importante è rialzarsi”

Il lockdown ha bloccato il campionato, un’occasione per recuperare la migliore condizione?Anche fare fisioterapia è stata un’impresa, ho fatto tutto da solo a casa, seguito in videoconferenza dal terapista. Devo dire grazie al fisioterapista Raffaele Ventrone e al preparatore atletico Arturo Di Mezza (olimpionico di atletica, ndr).

Possiamo dire che ormai il peggio è alle spalle?Sì, torno finalmente in pista dopo il peggior anno della mia vita e della mia carriera a causa. L’incidente dello scorso anno ormai è solo un brutto ricordo. Così posso finalmente ritornare in pista. Sono contento, perché farlo con la nuova Aprilia RSV4 mi stimola ad allenarmi duramente. Non vedo l’ora di iniziare coi ragazzi di Nuova M2 Racing“.

E ora, in attesa che il campionato 2021 prenda il via, Russo si allena presso il kartodromo di Casaluce. È lì che con papà Antonio condivide la passione dei motori.

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA