Foto FIDAL

L’imbarcazione italiana vince la Prada Cup e dopo 21 anni vola in finale di America’s Cup. La Iapichino eguaglia mamma Fiona

Larissa Iapichino scrive la storia. La giovane azzurra, nella prima giornata degli Assoluti indoor di atletica, con un fantastico 6,91 nel lungo eguaglia il record italiano indoor di sua mamma Fiona May, che aveva realizzato la misura nel 1998 a Valencia. Ma non solo: la saltatrice della Fiamme Gialle, si appropria del record del mondo under 20 indoor che apparteneva alla leggenda tedesca Heike Drechsler con 6,88 dal 1983. È una misura straordinaria per la diciottenne fiorentina, miglior salto al mondo del 2021 e standard olimpico per i Giochi di Tokyo.

VELA, PER L’ITALIA TERZA FINALE DI AMERICA’S CUP

Vent’uno anni: era il 2000 quando Luna Rossa superò America One aggiudicandosi la Louis Vuitton Cup, accedendo così alla finale di America’s Cup contro Team New Zealand. Una sfida, quella contro i neozelandesi, che si ripeterà a partire dal prossimo 6 marzo. L’imbarcazione italiana ha superato gli inglesi di Team Ineos UK con il punteggio di 7-1: un successo che consente di alzare al cielo la Prada Cup e di ottenere la rivincita contro i campioni in carica della Nuova Zelanda.

POTREBBE INTERESSARTI: Covid, Campania zona arancione: firmata l’ordinanza. Ecco le nuove restrizioni

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA