Ai cambiamenti, sia nei look che nelle scelte musicali, ci ha abituato sin dagli esordi e ancora oggi, dodici anni dopo “Sincerità”, prima hit della carriera che la proiettò nella musica dei grandi dopo il CET di Mogol ed “Area Sanremo”, è un vulcano di novità, di progetti e di parole. Arisa si prepara al suo settimo Festival di Sanremo (vittoria nei “Giovani” nel 2009, tra i “Big” nel 2014, secondo posto clamoroso con “La Notte” nel 2012 e co-conduttrice nel 2015), con l’energia e la carica che da sempre contraddistinguono le sue apparizioni all’Ariston, palcoscenico al quale è profondamente legata non avendo mai fatto nulla per nasconderlo. Nel prossimo Sanremo non Sanremo, sarà in gara con “Potevi fare di più”, brano scritto da Gigi D’Alessio che parla di un amore ormai arrivato al capolinea, una candela che sta per spegnersi tra le mani di chi lo ha consumato senza difenderlo dal vento. Un rapporto sincero e speciale, quello tra Arisa e D’Alessio, che nasce in tempi non sospetti. Già nel 2010 la cantante lucana fu ospite di Gigi su RaiUno nel suo show “Questo sono io”. Negli anni è continuata quella stima reciproca che ha portato alla nascita della canzone che sarà presentata a Sanremo71. Per Arisa la possibilità di avvicinarsi ancora di più a quella melodia napoletana da sempre amata e spesso interpretata (esempio più eccellente sicuramente la “Vasame” che ha fatto da colonna sonora al film “Napoli Velata” di Ferzan Ozpetek).

Arisa in un recente scatto di Bogdan Plakov

Nel corso della sua carriera, Arisa si è contraddistinta, oltre che per il suo inconfondibile timbro vocale, anche per la sua versatilità artistica. Attrice, doppiatrice, giudice di talent e presenza in molti programmi TV. Sei album all’attivo, un EP, due raccolte e quattro certificazioni platino. Attualmente è impegnata come docente ad “Amici” dove ha affermato di “vivere con trasporto diretto l’esperienza dei ragazzi e di essere felicissima di poter lavorare al fianco di Maria De Filippi”. Sta ultimando il disco post sanremese (che uscirà tra aprile e maggio) con la Belive Digital, nuova etichetta che arriva dopo le esperienze con Warner e Sugar. “Oggi mi sento sicuramente più libera di far parlare i miei sentimenti nelle canzoni ma – ha sottolineato la cantante – non c’è nulla da rinnegare con chi mi ha seguito in passato. Adesso sono semplicemente più matura ed ho capito che posso fare a meno di tutto tranne che di me stessa…”. Alla vigilia dell’impegno festivaliero, GIORNALE NEWS, ha avuto il piacere di incontrare Arisa per parlare di questo Sanremo2021 sicuramente insolito che si spera possa riaccendere i motori della musica e dell’intrattenimento dal vivo, della collaborazione con Gigi D’Alessio, dei suoi tanti cambi di look ormai diventati marchio di fabbrica ed ovviamente dell’amore.

Arisa verso Sanremo2021 in questo scatto di Sara Purisol

Sarà un Sanremo particolare e sicuramente per me che sono di casa sarà più evidente percepire le cose che mancano. Gli artisti, però, sono degli intrattenitori e tutti noi ci apprestiamo a queste situazioni con tanta voglia di ritornare a cantare e con la voglia di far ripartire la musica. Avremo delle regole da rispettare ma non è la fine del mondo, c’è chi vive situazioni peggiori. Mi mancherà la calca di gente per le strade e mi mancherà poter parlare con tante persone dei miei nuovi progetti. Sfrutteremo al massimo i social e sono fermamente convinta – sottolinea Arisa – che questo Festival andava fatto. Non si poteva continuare a fermare la musica. Avvertirò tantissimo la mancanza del pubblico per il semplice fatto che a me piace tanto guardare la gente in platea e cercare di capire le loro sensazioni all’ascolto della canzone

  • Con Gigi D’Alessio un rapporto non inedito che adesso è sfociato in questa canzone

Con Gigi facciamo lunghe chiacchierate sulle nostre cose private. Quando è arrivata “Potevi fare di più” mi sono davvero commossa. Gli amori tossoci? Non si può scappare dalla vita. Credo che ognuno di noi ne abbiamo avuto almeno uno. E’ un testo di grande verità ed autenticità. Credo che in molti si immedesimeranno in questa canzone. Sono felicissima di aver scelto Gigi D’Alessio come autore: un musicista con una serie incredibili di successi, che ha girato il mondo e dal quale si ha molto da imparare. La melodia napoletana è da sempre la mia seconda pelle. E’ stato un matrimonio perfetto

  • Anche per questo Sanremo un nuovo look…

La musica è anche estetica e se a questo aggiungiamo che io sono una esteta…estetista, la combinazione è perfetta. Mi piace “vestire” le canzone. Lo faccio dai tempi di “Sincerità”. Sono una persona che ha sempre bisogno di vedersi diversa e di accompagnare la voce con una immagine appropriata. Cambio senza farmi troppe paranoie e perchè così riesco a vedermi da diversi punti di vista

Ancora un cambio di look in questo scatto di Bogdan Plakov
Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA