La netta impressione che si ha ascoltando il loro nuovo singolo è che i DAUDIA abbiano ormai raggiunto un livello standard di qualità sotto il quale non potranno mai scendere. Quel “pop d’autore” diventato una sorta di “linea editoriale” che li accompagna da diverse stagioni, facendoli arrivare, da autodidatti, a traguardi internazionali degni di una major. Davide Maiale e Claudia Pasquariello rappresentano un fenomeno con pochi eguali. Musicisti, autori, arrangiatori ed interpreti: dalla loro sala/studio di Caserta nascono e partono autentici miracoli con il passaporto già timbrato. Le loro cover hanno toccato Europa, America, Africa e SudAmerica, i loro inediti fanno sempre centro nel cuore del pubblico e soprattutto delle views in streaming. Resta un unico piccolo cruccio che, siamo sicuri, presto sarà solo un lontano ricordo. Sfuggono i motivi sul perché la discografia italiana non abbia ancora attinto a piene mani allo spaventoso talento dei DAUDIA. Un’esplosione definitiva sul territorio nazionale rappresenterebbe un traguardo strameritato. Il tempo cancellerà questo nostro dubbio. Adesso, però, è il momento di mettere in copertina “Fuori da questa stanza”, inedito che proprio oggi arriva nelle piattaforme digitali con corredo di video sul canale ufficiale YOUTUBE (CLICCA QUI PER ACCEDERE). Si torna a cantare in italiano dopo un anno vissuto a cento all’ora. Se da un lato l’emergenza sanitaria ha bloccato concerti, eventi ed esibizioni live, dall’altro ha permesso a Davide & Claudia di (re)inventarsi attraverso le cover di hits mondiali che hanno avuto risonanza pari (in alcuni casi anche maggiore…) alle versioni originali. È il caso di “Jerusalema” (LEGGI IL NOSTRO SERVZIO) trasmessa da ogni radio del mondo, quasi due milioni di visualizzazioni e i complimenti ufficiali, via social, di Master KG, autore del tormentone del 2020. Non da meno canzoni come “Savege Love” dei Jawsh 685 con il featuring di Jason Derulo (CLICCA QUI PER ASCOLATARE LA COVER) e “Someone You Loved” dell’astro nascente Lewis Capaldi (CLICCA QUI PER ASCOLATARE LA COVER), solo per citare qualche titolo fatto risplendere dalle luminose voci dei Daudia.

Claudia Pasquariello e Davide Maiale: I DAUDIA

Alla vigilia di San Valentino si torna alla lingua madre con la canzone finalista dell’ultima edizione di “Area Sanremo”, competizione che ha visto i due cantautori trionfare nel 2018. “Fuori da questa stanza” parla di una storia d’amore raccontata senza contorni sdolcinati, facendo più volte riferimento al dramma della “Terra dei Fuochi”. Una ragazza combatte contro una terribile malattia sognando di poter “riaprire la stanza” della sua vita e alla fine vincerà la battaglia anche grazie all’amore del suo uomo. Per la realizzazione di questa canzone, i DAUDIA si sono avvalsi di musicisti di spicco come Luca e Davide Mantovanelli e Massimo Gaudiano. Nel video che trovate alla fine del servizio compare anche la bravissima Rossella Di Lucca, attrice casertana di matrice teatrale, già protagonista di importanti fiction e in queste settimane sugli schermi di RaiUno nella saga televisiva de “Il Commissario Ricciardi”. Una canzone che vuole lanciare un messaggio di speranza come sottolineano gli autori. “E’ un brano tratto da una storia vera, una persona a noi cara che dopo essere sprofondata nell’incubo della malattia ha trovato la forza di rialzarsi. Una storia che nasce dall’angoscia della “Terra dei Fuochi” ma che ha più di un binario in comune con l’emergenza COVID che ha stravolto le vite di ognuno. In molti si riconosceranno in questa canzone e ripenseranno ai tanti giorni chiusi in una stanza. L’augurio – sottolineano Davide e Claudia – è di riprendere presto in mano le nostre vite e i nostri sentimenti”.

Uno scatto dal set del video di “Fuori da questa stanza”
  • La musica dei DAUDIA è anche portatrice sana delle nostre bellezze?

In un certo senso. Da qualche tempo utilizziamo come location dei video le bellezze paesaggistiche della nostra terra. Le nostre cover, che fortunatamente hanno quasi sempre un respiro internazionale, sono ambientate in luoghi molti suggestivi. Un modo diretto per far conoscere le meraviglie che circondano la nostra Regione e anche per associare alla canzone una sorta di viaggio “virtuale”, visto che in questo periodo è impossibile farlo realmente”.  

  • I DAUDIA sono davvero usciti “Fuori dalla stanza”… da Caserta avete toccato in pratica ogni parte del mondo…

Siamo molto felici di questo ed ogni volta è un’emozione nuova, come rinascere artisticamente anche perché parliamo di mercati molti difficili che però ci accolgono sempre con grande calore. Abbiamo partecipato all’edizione britannica e rumena di X-Factor”, le nostre cover sono arrivate praticamente ovunque. Siamo stati ospiti di importanti trasmissioni in Kenya, America, Colombia. A Natale abbiamo pubblicato un EP di brani natalizi, “An unplugged Merry Christmas”, distribuito da Play & Oracle Records. Presto – raccontano Davide e Claudia alla nostra redazione – le nostre cover internazionali ritroveranno vita in un album sempre con distribuzione internazionale. Noi, però, non vediamo l’ora di presentare il nostro primo album di inediti. Vogliamo farlo quando tutto sarà finito e la musica tornerà a battere più forte che mai”. La testimonianza del respiro internazionale dei DAUDIA arriva da due prestigiosi brand di strumenti come Kala, top quality nella realizzazione di ukulele ed Ibanez, storico marchio di chitarre, che hanno “sposato” le produzioni musicali del duo casertano. Due tracce tangibili del successo dei DAUDIA.

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA