La lunga attesa che ha preceduto la messa in onda, ha trovato riscontro nei numeri che, volente o nolente, hanno sempre una certa importanza. Alla vigilia della terza puntata (lunedì 8 febbraio alle 21.30 dal titolo “Il Posto di Ognuno”), “Il Commissario Ricciardi” ha fatto breccia nel cuore dei telespettatori con circa sei milioni a puntata e uno share che sfiora il 24%. In pratica un tris servito per Maurizio De Giovanni che piazza un altro importante colpo dopo le due serie de “I Bastardi di Pizzofalcone” e la recente affermazione di Mina Settembre. Il mix proposto dalla saga di “Ricciardi” ha trovato consenso anche sui social dove, il viaggio che ci porta indietro di 90 anni, i costumi, le scenografie, la fotografia, le location e soprattutto la regia di Alessandro D’Alatri, hanno sin da subito affascinato il popolo social. Come raccontato nel servizio di presentazione della serie (LEGGI QUI ARTICOLO), i “luoghi di Ricciardi” stanno letteralmente stregando il pubblico. Una Napoli riportata agli anni Trenta, il Teatro San Carlo, il Sannazaro, Portici, la Reggia di Carditello, Capua, Capodrise e la stessa Puglia con Taranto, si stanno rilevando “terra preziosa” tra i diletti che assillano Ricciardi/Guanciale e i suoi fantasmi.

Mario Pirrello nei panni del Vice Questore Garzo (ph. Anna Camerlingo)

Le indagini del tenebroso Commissario interpretato da Lino Guanciale, sembrano non abbiano risentito della sempre insidiosa trasposizione dal libro al piccolo schermo. Lo zoccolo duro dei fans di De Giovanni, infatti, apprezza le interpretazioni in carne ed ossa degli attori chiamati a dare vita ai personaggi della collana editoriale. Oltre al protagonista, si sta ritagliando un apprezzamento in crescendo il Brigadiere Maione interpretato da Antonio Milo, fida spalla del Commissario e le due “donne di Ricciardi”, la timida Enrica interpretata da Maria Vera Ratti e la sensuale Livia che si avvolge nel fascino di Serena Insiti. Altra eccellente prova anche per Enrico Ianniello che veste i panni del dottor Modo. Il “Commissario Ricciardi” vince la sfida degli ascolti e non solo quelli. Altro personaggio entrato immediatamente nelle…. antipatie del pubblico è sicuramente quello del Vice Questore Angelo Garzo, il burocrate inflessibile sempre pronto a difendere i potenti e il regime.

Ancora uno scatto di Pirrello/Garzo tratto dal set (ph. Anna Camerlingo)

A dare corpo ad Angelo Garzo ci pensa la rigorosa interpretazione di Mario Pirrello, attore di matrice teatrale con esperienze importanti nella fiction italiana. Un ruolo che emoziona per prima proprio il suo interprete che quasi si sente come un bambino che vede il suo eroe dei fumetti prendere vita sullo schermo. La redazione di Giornale News ha incontrato l’attore piemontese che durante una lunga video intervista in remoto, ci ha parlato, tra le altre cose, del successo di “Ricciardi”, dei libri di De Giovanni, del personaggio da lui interpretato e dell’amore sconfinato per Napoli!

CLICCA SUL PLAYER E GUARDA VIDEOINTERVISTA

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA