“Stiamo assistendo al mercato nero del vaccino” afferma De Luca. “Entro il 2021 tutti i campani saranno vaccinati”

Consueto appuntamento con la diretta Facebook del venerdì di Vincenzo De Luca, presidente della Campania. “Le motivazioni che ci hanno dato circa la distribuzione delle dosi di vaccino sono assurde, 135 mila vaccini spettano alla nostra Regione dopo il ritardo della Pfizer, un numero inferiore rispetto ad altre che invece hanno meno abitanti della Campania”. Comincia così il governatore campano. “Non si stanno rispettando criteri oggettivi, stiamo assistendo al mercato nero dei vaccini. Stiamo discutendo con il commissario Arcuri per riequilibrare la distribuzione. Se ciò non avverrà ci tuteleremo nelle sedi opportune, serve un criterio uguale per tutti.

Per il mese di gennaio e per i primi giorni di febbraio completeremo le somministrazioni del richiamo. Poi i vaccini saranno distribuiti in base alla popolazione: otterremo così ciò che ci hanno rubato. Entro il 2021 contiamo di vaccinare tutta la popolazione campana, ovvero 4 milioni e 600 mila persone. Servirà un’organizzazione di carattere militare, sempre se arrivano i vaccini, e un ritmo di 50-60 mila somministrazioni al giorno”.

SCUOLA: “IL LINEA CON LA DECISIONE DEL TAR”

“Noi abbiamo sempre deciso di stabilire l’apertura delle scuole sulla base dell’andamento dell’epidemia. L’obiettivo era di scavallare il mese di gennaio per capire l’andamento del Covid dopo le feste natalizie. Il 25 riaprono le primarie, poi dal primo febbraio ripartono le secondarie, come deciso dal TAR. Ma era quello che volevamo. Intanto abbiamo avuto modo di potenziare i trasporti, ma dobbiamo sempre stare attenti a non far scoppiare focolai negli istituti, altrimenti altro che didattica a distanza. Saremmo costretti a richiudere.

Avvieremo lo screening del personale scolastico, i medici di medicina generale faranno al personale scolastico i tamponi antigenici per dare sicurezza ai genitori. Ne abbiamo circa 300 mila, con i medici decideremo come effettuarli. Sarebbe ottimo farli direttamente all’interno delle scuole”.

“PROCIDA CAPITALE DELLA CULTURA OCCASIONE PER LA NOSTRA REGIONE”

“Procida Capitale della Cultura 2022 deve essere un’occasione di promozione di tutto il nostro territorio, un modo per recuperare i danni subiti dal nostro turismo a causa della pandemia. Intanto abbiamo deciso l’apertura di una serie di musei con ingresso gratuito: cerchiamo di tornare pian piano alla normalità. Abbiamo infatti ancora 1200 positivi, quindi significa che occorre stare attenti. Siamo in zona gialla, nonostante lo sciacallaggio mediatico, ma ciò non vuol dire che possiamo rilassarci, almeno fino alla fine della campagna vaccinale. Non ci vuole niente a tornare zona a rischio”.

CLICCA SUL LINK PER RIVEDERE LA DIRETTA DI DE LUCA

https://www.facebook.com/vincenzodeluca.it/videos/990274374795835/

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA