MADDALONI- Senza fine. Superato di nuovo il livello di sopportazione. Passano gli anni, i mesi, le settimane ma nulla cambia nel rapporto, sempre difficile, tra la Buttol, le organizzazioni sindacali e ovviamente i lavoratori. Siamo tornati al punto di partenza: riorna la solita questione del mancato versamento dei ticket mensa. Non va meglio sulla questione dei permessi, ex festività soppresse. Ma a preoccupare sono le carenze strutturali e le carenze del cantiere. In questa epoca di pandemia il problema è molto sentito. E’ di questi giorni la richiesta di un nuovo screening epidemiologico a causa di un caso di positività. Tanto basta alle segreterie provinciali di Fp-Cgil e Fist-Cisl per proclamare il nuovo stato di agitazione. Da domani, torna un film già visto: avvio dei turni alle 6 del mattino, come da capitolato di appalto; garantiti tutti i servizi essenziali come da rigida applicazione delle norme; nessun servizio aggiuntivo o supplementare. Il che, a Maddaloni, equivale ad un serio problema di copertura del riassetto del territorio.

L’atto ufficiale di proclamazione:

SEGRETERIE PROVINCIALI DI CASERTA
Spett. le – Prefettura di Caserta c.a. S.E. Il Prefetto

  • Società Buttol srl c.a. Presidente del CDA
  • Comune di Maddaloni c.a. Sindaco c.a. Assessore all’ Ambiente
    Oggetto: Stato di agitazione ed attivazione procedura di raffreddamento ai sensi della L.146/90 ed 83/2000, Società Buttol srl – Cantiere di Maddaloni;
    Le scriventi Segreterie Provinciali, sono venute a conoscenza che, nonostante gli impegni assunti dalla Società BUTTOL Srl, che gestisce l’appalto di igiene urbana per il comune di Maddaloni, non si riscontra nessuna inversione di tendenza, in merito alle tante lacune strutturali del cantiere e delle continue elusioni delle norme del CSA e del CCNL di Ctg. Inoltre, ci è stato segnalato l’accentuarsi delle carenze di igiene e sicurezza sul lavoro anche in questo complicato periodo di contrasto al Covid, e che, sul fronte contrattuale, si registra ancora una volta il mancato riconoscimento dei ticket mensa, permessi annui retribuiti di cui art. 17 del CCNL di ctg, permessi ex festività soppresse, arretrati della posizione parametrale A, mancato versamento del fondo FASDA e delle quote sindacali che i lavoratori destinano alle scriventi. Pertanto, le scriventi OO.SS., dietro sollecito delle maestranze, avviano lo stato di agitazione di tutto il personale del cantiere di Maddaloni a partire dalla giornata di oggi 13.01.2021. Richiedendo a S.E. il Prefetto, la convocazione di un incontro, con carattere di urgenza, con tutte le parti in indirizzo. Segnaliamo che, in mancanza di sollecito riscontro, visto le serie motivazioni esposte, che si perpetuano da mesi, si procederà a dare seguito alla proclamazione di sciopero. Distinti Saluti.
    Le Segreterie Provinciali
Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA