Napoli sprecone, tante occasioni create ma non concretizzate. Non sbaglia invece lo Spezia

Foto: © SSC Napoli

Non bastano le tante occasioni create, non basta l’uomo in più sul finale di gara. Il Napoli perde incredibilmente in casa battuto 2-1 dallo Spezia. Pronti, via e dopo 50 secondi Insigne si divora clamorosamente il gol del vantaggio a tu per tu con Provedel, dopo l’assist Lozano. Partono fortissimo gli azzurri, Politano tenta il sinistro che (deviato) esce di pochissimo. Ci prova anche Bakayoko dal limite, Provedel respinge in angolo. Tre tiri in cinque minuti, intensità e aggressività da parte dei partenopei che sciupano nuovamente sotto porta, sempre con Insigne che a porta semi vuota si lascia parare il destro dal portiere spezzino. Poi sul secondo tentativo in sforbiciata il tiro viene deviato in angolo. 15 minuti, 5 tiri di Insigne non concretizzati. Spinge il Napoli, aumentano i tentativi verso la porta dei liguri ma la squadra di Gattuso continua a sprecare. Annullato per fuorigioco un gol a Lozano che poco prima anziché calciare da ottima posizione preferisce il passaggio nel nulla. C’è tempo per l’ennesimo tiro di Insigne, ancora Provedel a dire di no al capitano azzurro. Gli unici sussulti dello Spezia sono un paio di ripartenze alle quali il Napoli deve prestare massima attenzione. Si chiude incredibilmente sullo 0-0 un primo tempo a trazione partenopea.

SECONDO TEMPO: APRE PETAGNA, RIMONTA N’ZOLA-POBEGA

Nella ripresa continua il tiro a bersaglio del Napoli verso la porta dello Spezia. Centrale il tiro di Lozano, poi altro gol clamoroso sbagliato dagli azzurri con l’appena entrato Petagna. Ma l’ex Spal si fa perdonare con la rete del vantaggio: minuto 58, cross dalla destra di Di Lorenzo e anticipo vincente dell’attaccante partenopeo. Lo Spezia non s’arrende: in una delle rare ripartenze dei liguri Fabiàn atterra Pobega e Mariani concede rigore. Dalla bandierina non sbaglia N’Zola. Il Napoli accusa il colpo, la squadra di Italiano gioca con più coraggio e gli azzurri non creano più. A 13 dalla fine rosso a Ismajli per doppia ammonizione. Ma incredibilmente a passare in vantaggio è lo Spezia: inserimento di N’Zola, palo del francese e tap-in vincente di Pobega. Gli azzurri si buttano in avanti ma non creano: arriva la quinta sconfitta in campionato.

TABELLINO

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Bakayoko (76′ Lobotka), Fabiàn (82′ Llorente); Politano (53′ Petagna), Zielinski (76′ Elmas), Insigne; Lozano
A disposizione: Meret, Contini, Ghoulam, Hysaj, Rrahmani, Cioffi All. Gattuso

Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Terzi, Ismajli, Marchizza (90′ Ramos); Maggiore (90′ Saponara), Agoumé, Deiola (46′ Pobega); Agudelo (46′ Gyasi), N’Zola, Farias (79′ Erlic)
A disposizione: Krapikas, Rafael, Ferrer, Dell’Orco, Sena, Piccoli All. Italiano

Arbitro: Mariani di Aprilia. VAR: Banti-Del Giovane
Reti: 58′ Petagna, 68′ N’Zola, 81′ Pobega
Ammoniti: Ismajli (S), Pobega (S), Maggiore (S), Di Lorenzo (N)
Note: espulso Ismajli
Angoli: 10-2
Recupero: 2′ p.t., 5′ s.t.

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA