Il presidente campano: “A partire dal 18 gennaio sarà valutata la possibilità del ritorno in presenza per l’intera scuola primaria”

Feste natalizie agli sgoccioli e anche in Campania – come nel resto d’Italia – si fanno i conti con la riapertura delle scuole, chiuse da circa 2 mesi dopo l’arrivo della seconda ondata pandemica. Il premier Conte è deciso a confermare la ripartenza il 7 gennaio, nonostante le resistenze di diverse Regioni (e non solo) che chiedono invece un rinvio. A confermarlo la stessa Lucia Azzolina, ministro dell’Istruzione, in un’intervista al Fatto Quotidiano. “La scuola è un servizio pubblico essenziale, non si può continuare a sacrificare i ragazzi né pensare che la didattica a distanza possa  sostituire quella in presenza”.

Intanto Vincenzo De Luca in un post sul suo profilo Facebook fa chiarezza sulle date per il ritorno tra i banchi. “L’Unità di Crisi della regione Campania si è riunita per un’analisi dettagliata dei dati epidemiologici in relazione alla possibilità di un ritorno in presenza a scuola al termine delle vacanze natalizie.

De Luca: “Abbiamo salvato la Campania. Combatteremo per non farci derubare dal Governo”

Sulla base di tale analisi e della relazione che confluirà in un’ordinanza entro la mattinata di domani, è stato deciso che le scuole in Campania riapriranno lunedì 11 gennaio 2021. In tale data potranno tornare in classe gli alunni della scuola dell’infanzia e delle prime due classi della scuola primaria, esattamente com’era prima della chiusura delle scuole per la pausa natalizia. A partire dal 18 gennaio sarà valutata dal punto di vista epidemiologico generale, la possibilità del ritorno in presenza per l’intera scuola primaria. E successivamente, dal 25 gennaio, per la secondaria di primo e secondo grado“.

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA