MADDALONI- Appuntamento, molto concreto, con il futuro. Aggancio alla linea ferroviaria storica Caserta-Cancello-Napoli con la nascente linea dell’Alta capacità/Alta velocità Bari-Napoli e con la stazione porta di Napoli-Afragola. Non è il libro dei sogni ma la realtà del futuro prossimo. In concreto, i treni dell’AV/AC Napoli-Bari arriveranno a Caserta. E soprattutto potranno arrivare i convogli regionali da Caserta e Maddaloni Inferiore, in circa 12 minuti, a Napoli Afragola. Insomma, l’alta velocità ferroviaria dietro l’angolo. Un evento che avrebbe dovuto suscitare la reazione degli amministratori locali, dei sindaci, del presidente della Provincia, e dei “tribuni della plebe” che affollano inutilmente i consigli comunali. E invece nemmeno una parola sul futuro e sulle infrastrutture strategiche. Ma di che si occupano e perché si candidano se non ci si confronta con il futuro concreto? In concreto, è stato sottoscritto l’ultimo accordo operativo tra Italferr (società di progettazione del Fruppo Fs) e il comune di Maddaloni. Siglata l’intesa, relativa alle compensazioni infrastrutturali, dovute per la costruzione del doppio shuntaggio (direzione Casera e direzione Cancello), che saranno concesse al territorio. Per fare chiarezza poniamo l’interrogativo al sindaco De Filippo.

Che succede in via Lima?

Via Lima sarà completamente rifatta. In più, saranno rifatti i sottoservizi (acquedotto) tranciati in due dalla strada ferrata. Nell’area, si sta costruendo un nodo ferroviario che permetterà anche l’accesso dei convogli, che viaggeranno lungo la Bari-Napoli, allo scalo merci ferroviario Maddaloni-Marcianise che favorirà l’interscambio tra linee al servizio della movimentazione delle merci e dei viaggiatori.

Ma a pochi metri inizieranno anche gli scavi lungo l’Appia?

Si, probabilmente nel biennio 2021-2022, sarà rivoluzionata la viabilità tra Maddaloni e Santa Maria a Vico-Benevento per realizzare lo scavo della trincea ferroviaria, che correrà sotto l’attuale livello stradaleE per questo, sorgerà la «grande bretella laterale di deviazione del traffico»: la strada attuale sarà sostituita con un «bypass carrabile» largo 14 metri.

Insomma, sarà deviato il traffico?

Le auto, provenienti da Benevento e dirette a Caserta, percorrendo ambo i sensi di marcia dovranno uscire dall’Appia, aggirare gli attuali insediamenti abitativi frontalieri, percorrere parallelamente l’attuale via Carmignano per poi ritornare sullo svincolo in località Giardinetti.

Una nuova viabilità?

Viabilità di cantiere che non sarà smantellata ma acquisita allo stradario comunale sotto forma di arterie accessorie.

Visto che saranno abbattuti anche degli immobili ci saranno dei disagi…

E anche per questo, abbiano chiesto un intervento di ripavimentazione e riqualificazione funzionale della Appia lungo i 3,5 chilometri che uniscono località Giardinetti allo svincolo per Cervino. Su questo, ci sarà un confronto tra i tecnici del comune e quelli di Rfi.

Il nuovo tracciato di via Lima
Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA