L’associazione sociopolitica culturale “S.U.D. per l’Italia”, e le associazioni sammaritane “Futuro 2030”, “Passione civica”, “Adotta la Città”; grazie ai portavoce Raffaele Aveta e Luigi Scaramuzzini, vogliono portare all’attenzione quanto accaduto nella seduta del consiglio regionale del 17 novembre 2020.

Siamo nel pieno della seconda ondata pandemica e il tema Covid è al centro del dibattito politico e ha la massima attenzione mediatica, ma nel frattempo le altre decisioni del governo regionale passano in sordina.

Nella suddetta seduta del consiglio regionale, su proposta delle opposizioni e con il voto favorevole di tutte le forze politiche, sono state istituite quattro “commissioni speciali”. Un’ assenza importante è la commissione speciale “Terra dei Fuochi”.

La Terra dei fuochi, è stato un tema centrale e, da anni, oggetto/argomento di campagna elettorale. Eppure, a distanza di poco meno di 2 mesi il Governo regionale ha forse già dimenticato le sue promesse?

Vogliamo porre delle domande alle forze politiche regionali; perché questa scelta scellerata? Così facendo la Campania non si è privata per i prossimi 5 anni di indagare, denunciare ed affrontare con operati “speciali” le problematiche spinose della nostra terra?

Senza la commissione speciale, qualsiasi decisione deve passare per l’approvazione del consiglio regionale, allungando i tempi e le procedure. Non è limitante in una situazione delicata come la terra dei fuochi perdere tempo prezioso?

Perché è stata cancellata la commissione? Come avete intenzione di agire per tutelare la vita e la salute dei cittadini che vivono nelle nostre terre?

Sono quanto meno fondati i dubbi dei cittadini su questo argomento.

L’ambiente e la salute devono essere realmente al centro di un progetto politico, e non devono mai diventare un semplice strumento di propaganda.

Quello che è avvenuto è uno schiaffo verso le nostre terre, soprattutto verso le persone che sono malate o che hanno perso i propri cari (molte volte figli) per cause legate a questo problema. Sosteniamo con forza il grido di aiuto di chi ha pagato un prezzo troppo alto, e chiediamo risposte a tutto il consiglio regionale.

I cittadini ora aspettano da voi il piano di come intendete procedere sulla terra dei fuochi.

S.U.D. per l’Italia è un gruppo politico di giovani impegnati per migliorare il territorio e per rilanciare l’economia del paese, anche attraverso la valorizzazione del Sud, volano per la ripartenza. Un gruppo nato al sud, a Napoli, con l’obiettivo di dare voce alle esigenze di tutti i cittadini.

Noi S.U.D. per l’Italia, Sosteniamo Uniti i Diritti

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA