Quattro gol in tre partite per il messicano, prima rete in maglia azzurra per il nigeriano

Terza vittoria in tre partite giocate (sub iudice il match contro la Juventus) per il Napoli. Al San Paolo travolta l’Atalanta dopo un primo tempo formidabile. Azzurri praticamente perfetti nei primi 45 minuti. Gli uomini di Gattuso sono bravi sia nell’aspettare sulla metà campo gli orobici per poi ripartire, sia nella costruzione del gioco. Proprio da due ripartenze arrivano le prime occasioni per il Napoli, ma in entrambi i casi il tiro di Osimhen è debole per impensierire Sportiello.

È però il preludio al vantaggio partenopeo: sull’asse PolitanoDi Lorenzo arriva il cross per l’1-0 con il tap-in vincente di Lozano. Sull’1-0 gli azzurri acquistano fiducia e imprinono al match velocità, intensità e pressing senza lasciare spazio ai nerazzurri. Quattro minuti dopo arriva il raddoppio ancora con il messicano: il Chucky dall’interno dell’aria piazza il pallone alle spalle del portiere. Atalanta sparita dal campo: alla mezz’ora è 3-0 con un bolide di Politano dai 25 metri. Il Napoli continua a premere nonostante il vantaggio. C’è spazio anche per il nuovo arrivato Osimhen: il nigeriano vince l’ennesimo duello contro i difensori di Gasperini e dal limite realizza la prima rete in maglia azzurra. Unici squilli della Dea i tiri di Gómez e Toloi.

SECONDO TEMPO: IL NAPOLI CONTROLLA, L’ATALANTA ACCORCIA

Nel secondo tempo l’Atalanta prova a scuotersi: ci provano il solito Gómez (chiude Ospina sul primo palo) e De Roon dalla distanza. Il Napoli cala il ritmo con l’intento di controllare la gara, appoggiandosi alla velocità di Osimhen per ripartire. Sono gli azzurri a rendersi ancora pericolosi: al 60′ Mertens va vicino al gol, bravo Sportiello a respingere. Al 25′ arriva il gol degli ospiti: break di Romero che lancia Lammers, l’olandese non sbaglia davanti Ospina. Con il passare dei minuti la partita si spegne: all’88’ Lozano sfiora la tripletta. Napoli con 8 punti in classifica dopo 3 partite: occorrerà attendere l’esito del ricorso alla Corte sportiva d’appello dopo i fatti di Juventus-Napoli per conoscere la classifica reale della squadra di Gattuso. L’Atalanta resta a quota 9.

IL TABELLINO

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Fabiàn (82′ Demme), Bakayoko (74′ Malcuit); Politano (60′ Ghoulam), Mertens (74′ Lobotka), Lozano; Osimhen (82′ Petagna)
A disposizione: Meret, Contini, Maksimovic, Rrahmani, Mario Rui, Llorente All. Gattuso

Atalanta: (3-4-2-1) Sportiello; Toloi, Romeno, Palomino (46′ Djimsiti); Depaoli, De Roon, Pašalić, Gosens (80′ Muriel); Gómez (55′ Lammers), Iličić (63′ Malinovskyi); Zapata (46′ Mojica)
A disposizione: Radunovic, Rossi, Sutalo, Freuler, Hateboer, Miranchuk All. Gasperini

Arbitro: Di Bello di Brindisi. VAR: Nasca-Preti
Reti: 23′ e 27′ Lozano, 30′ Politano, 43′ Osimhen, 69′ Lammers
Ammoniti: Gosens (A), Toloi (A), Lozano (N), Djimsiti (A)
Note: /
Angoli: 6-2
Recupero: 1′ p.t., 4′ s.t.

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA