Accolgo con enorme soddisfazione la notizia che il contributo di  70 mila euro  (Decreto del Capo del Dipartimento per gli Affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno del 14.01.2020) assegnato  al Comune di Cervino, grazie alle legge del  27 dicembre 2019, n. 160, “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziano 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022”, che prevede, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, l’assegnazione ai comuni, nel limite complessivo di 500 milioni di euro annui, per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, siano stati finalizzati ai  “Lavori di sostituzione del primo tratto di tubazione fognaria da Via Vittorio Veneto al collettore Fosso Palmentelle”, così come avevamo anche noi programmato. Il grazie di tutta la comunità di Cervino al commissario Stefano Italiano per la sensibilità mostrata fin da subito per le criticità di Cervino e un plauso per avere intercettato quelle che sono le priorità del nostro comune. Spero che siano realizzati e portati a termine  i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza delle strutture scolastiche, da noi programmati.  –  Lo dichiara l’ex primo cittadino di Cervino, Gennaro Piscitelli – Purtroppo è iniziata già la campagna elettorale e non si trova da nessuna parte l’onestà intellettuale, si nega quanto di buono abbiamo prodotto e gli sforzi per programmare lavori futuri di efficientamento e messa in sicurezza.  La sostituzione del primo tratto è solo il primo step, sappiamo bene che non risolverà definitivamente il problema degli allagamenti, c’è ancora tanto da fare”.  

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA