La Maddalonese bagna il suo ritorno in Eccellenza con una convincente vittoria in trasferta al “Vallefuoco” di Mugnano contro un coriaceo e mai domo Napoli United, uscito sconfitto a testa altissima. Emozione palpabile da entrambe le sponde per il ritorno al calcio giocato dopo sette mesi di stop forzato a causa dell’emergenza sanitaria. Le due compagini avevano saltato la “prima” a causa dei tamponi positivi emersi dalle analisi di rito. Due squadre con tanti giovani in campo che non hanno mostrato alcun timore al loro battesimo in Eccellenza. La Maddalonese ha subito dimenticato di essere una neopromossa imponendo il ritmo agli avversari sin dalle prime battute. Per il Napoli United buone individualità ma scarsa concretezza sotto porta. Sul risultato pesano come un macigno le decisioni arbitrali, con i padroni di casa rimasti in nove uomini dopo appena dieci minuti dall’inizio del secondo tempo. La Maddalonese ha saputo ben contenere la foga dei verdoazzurri pur con qualche patema nel finale. Tra i granata da sottolineare le belle prove di Di Mauro, Lanni e del subentrato Caruso: tre ragazzi che hanno già dimostrato di avere carattere da vendere. In difesa l’ex De Fenza e soprattutto Posillipo hanno dato esperienza e sicurezza al reparto. Nota speciale per Filippo Ferraro, classe ’85, maddalonese doc nonché figlio d’arte. Partito titolare con la fascia di capitano è stato protagonista di una prestazione impeccabili nonostante in marcatura gli siano toccati i veloci avversarsi come Diarra.

Il riconoscimento pre partita al tempo del COVID: in esterna e con mascherina

Dopo appena quattro minuti è già Maddalonese: Di Mauro imprendibile sulla fascia, sfonda per Di Pietro che indovina la giocata di tacco, la grande respinta in angolo di Petriccione evita il peggio per il Napoli United. Al 18’ Ferraro spunta dalle retrovie con un’azione personale e scalda i guanti al portiere dai 25 metri. Al 25’ si vedono i padroni di casa che reclamano il rigore per un atterramento dubbio in area di Tomasin dopo un’azione personale. Poco altro da raccontare nel primo tempo. Nel primo quarto d’ora della seconda frazione c’è la chiave del match. Al 50’ Gala si fa espellere per doppia ammonizione dopo una brutta entrata, al 55’ Scheler atterra in area uno sgusciante Di Pietro. Rosso diretto per il difensore e calcio di rigore che l’attaccante granata trasforma con brivido annesso dopo che Petriccione aveva intuito l’angolo. La Maddalonese in doppio vantaggio numerico controlla gli attaccati del Napoli United che con la girandola dei cambi getta il cuore oltre l’ostacolo. Al 90’ ottima chance per Tomasin che da posizione favorevole fallisce l’impatto di testa. Termina 0-1 per la gioia dei granata e il rammarico dei padroni di casa come da copione ospitali ed impeccabili nel portare in alto i valori che contraddistinguono il progetto del presidente Gargiulo. Testa già alla Coppa Italia con la sfida di mercoledì a Pomigliano che deciderà il passaggio del turno.

NAPOLI UNITED-MADDALONESE 0-1

NAPOLI UNITED: Petriccione, Scheler, Diarra M., Conte (65’ Gargiulo), Gala, Akrapovic, Tomasin, Romano (82’ Rosi), Trimarco (57’ Tia), Diarra S., Renelus (75’ Diop). A disp.: Lenci, Cioce, Mandara, Bruno, Filogamo. Allenatore: Costagliola

MADDALONESE: Cerreto, Zacchia, Ferraro, Posillipo, De Fenza, Pingue, Di Pietro (82’ Saccavino), Di Mauro (70’ Caruso), Lanni, Della Ventura, D’Andrea. A disp.: Errico, Natale, Foresta, Di Resta.  Allenatore: Portone

ARBITRO: Petraglione di Termoli

MARCATORI: 55’ Di Pietro su rigore

AMMONITI: Zacchia, Posillipo, Lanni

ESPULSI: Gala al 50’ per doppia ammonizione, Scheler al 55’, l’allenatore Costagliola al 68’ per proteste

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA