Perquisizioni della GdF nell’Università per Stranieri di Perugia: sono emerse irregolarità nell’esame di italiano

Nell’ambito delle indagini svolte fin dal febbraio 2020 dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della GdF di Perugia per fatti maturati nel contesto dell’Università per Stranieri, sono emerse irregolarità nella prova di certificazione della lingua italiana svolta dal calciatore uruguayano Luis Suárez. Il test, svolto lo scorso 17 settembre, è necessario all’ottenimento della cittadinanza italiana.

Leggi anche >>> Maddaloni, l’exploit di Santangelo e la buona affermazione di Razzano: i dati

Le attività investigative hanno accertato che gli argomenti oggetto della prova sono stati concordati preventivamente con lo stesso Suárez. Inoltre il relativo punteggio è stato attribuito prima ancora dello svolgimento del test. Il tutto nonostante la conoscenza delle lingua italiana da parte del calciatore è apparsa elementare nel corso delle lezioni tenute a distanza.

Nella giornata odierna, i militari della Guardia di Finanza stanno procedendo ad acquisizioni documentali presso gli uffici dell’Università. Lo scopo è capire se ci sono riscontri dei fatti sopra descritti. Tra le accuse spuntano i reati di rivelazione di segreti d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici ed altro.

PER TUTTE LE NOTIZIE DI GIORNALENEWS CLICCA QUI

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA