AGGIORNAMENTO

Scongiurato l’inquinamento elettorale. Nessuna scheda ballerina. Da va quanto è emerso a seguito dell’intervento delle forze dell’ordine, alla sezione numero 6 della frazione Crisci, c’è stata solo un’imperizia del presidente. Secondo quanto ricostruito, sarebbe stata consegnata una doppia scheda ad un elettore; a seguire, il maldestro tentativo del presidente di celare l’errore strappando la scheda e omettendo di compilare il verbale, con l’abitazione del fatto e dell’errore. Ovviamente, seguiremo gli ulteriori sviluppi che ne dovessero derivare

ARIENZO – Sono arrivate le forze dell’ordine alla sezione numero 6 nella frazione di Crisci. I carabinieri sono intervenuti a seguito di un fatto ancora in corso di ricostruzione. Il presidente avrebbe rinvenuto una scheda elettorale, peraltro già votata, e successivamente strappata. Le notizie dei primi minuti darebbero la chiamata delle forze dell’ordine ad opera del presidente del seggio; negli ultimi minuti, invece, sembra che ad allertare i carabinieri siano stati i coordinatori delle liste, dopo aver rinvenuto nel cestino dei rifiuti, la scheda strappata. I carabinieri stanno ricostruendo l’accaduto, soprattutto per verificare se si tratta o meno di scheda «ballerina».

Pubblicità
error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VISUALIZZA