La vertenza del night club Mille Lire di Treviso: sfruttamento,
condizioni di lavoro ambigue, improbabili inquadramenti contrattuali,
cottimo, nero, contributi non versati è la situazione svelata dalla
Slc Cgil.
“Io mi considero una lavoratrice come tutte le altre, ma secondo me
dovremmo essere pagate di più per quello che facciamo”, afferma F., fa
la ballerina di lap dance nel locale trevigiano che, oltre un anno fa,
si è iscritta al sindacato con le sue colleghe. La pandemia ha fatto
deflagrare una crisi da tempo calata sul settore dello spettacolo e
dell’intrattenimento e che ha portato F. ad avviare una vertenza
perché per lei, come per molte lavoratrici e molti lavoratori, il
lockdown ha significato smettere di lavorare senza avere alcuna
tutela. Una vicenda al centro di un’inchiesta di Collettiva.it.
Nell’intervista alla testata, Atalmi parla di “una vertenza magari un
po’ insolita, ma che è trattata come molte altre, perchè secondo il
sindacato le lavoratrici del Mille Lire hanno diritto a essere
tutelate e rappresentate e meritano rispetto”.

error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VIEW