Organizzata dall’ormai collaudata Sezione Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia (A.N.F.I.), con in testa la dinamica ed instancabile socia, Signora Sonia Arena, per delega del Presidente, Brigadiere (c) Giovanni Quaranta, che ha attivamente cooperato la nota Special Olympics salernitana, presente ed operativa a Salerno sin dal 2005, nel tardi pomeriggio Sabato 27 Giugno 2020, nel verde parco de’ L’Abbraccio Onlus – Elpis Pronto Soccorso Sociale, di via Fresa, 1 di San Leonardo-Salerno, Tel. 089.301519 – www.abbraccio-onlus.it – info@abbraccio-onlus.it – elpis@abbraccio-onlus.it, si è svolta la sobria premiazione degli atleti che hanno preso parte alle attività agonistiche.

Sebbene il perdurare della situazione epidemiologica in atto, l’organizzazione è stata perfetta, diremmo ineccepibile.

Cos’è lo Special Olympics?

Special Olympics è il programma internazionale di allenamenti e competizioni atletiche per le persone con disabilità intellettiva.

Attraverso lo sport, che offre continue opportunità per avvalorare coraggio e capacità, diventa un’efficace strumento di riconoscimento sociale e di gratificazione, ovvero una palestra di vita che offre l’opportunità di mettersi in gioco, per valorizzare le proprie capacità.

Gli atleti scoprono la gioia, la fiducia in se stessi e la piena soddisfazione sia sul campo di gioco e sia nella vita.

Possono così diventare fonte d’ispirazione per altre persone, nelle loro comunità e altrove, per aprire il cuore ad un mondo più ampio di talenti umani e potenzialità; cosa che accade anche in chi li osserva gareggiare.

Special Olympics nasce nel 1968 dall’intuizione di Eunice Kennedy Shriver, la Fondatrice che diede il via ufficiale al Movimento con i Primi Giochi Internazionali di Chicago, Illinois, come un programma sportivo esclusivo, pensato per le persone con disabilità intellettive, oggi, coinvolgendo un numero sempre crescente di giovani senza disabilità, è diventato un Movimento Sportivo e Culturale Inclusivo, aperto a tutti, anche alle persone senza disabilità intellettive che possono partecipare agli eventi non solo come volontari, ma anche in qualità di atleti partner. Special Olympics è un Movimento globale che sta creando un nuovo mondo, fatto d’inclusione e rispetto, dove ogni singola persona viene accettata e accolta, indipendentemente dalla sua capacità o disabilità. Lo scopo è quello di contribuire a rendere il mondo un po’ migliore, ovvero più sano e più gioioso; un atleta, un volontario, un membro della famiglia alla volta.

Special Olympics è presente in 174 Paesi.

Si calcola che nel mondo ci siano 5.169.489 di Atleti, 627.452 famiglie e 1.114.697 volontari che ogni anno collaborano alla riuscita di 103.540 grandi eventi nel mondo.

Dichiarata “Associazione Benemerita” dal CONI e dal CIP, è presente in Italia da oltre 30 anni e opera in tutte le Regioni.

Sono presenti in tutta Italia Team Special Olympics che allenano gli atleti nei seguenti sport: Atletica leggera, Basket, Bocce, Bowling, Calcio, Canottaggio, Equitazione, Ginnastica Artistica e Ritmica, Golf, Indoor Rowing, Nuoto, Nuoto in Acque libere, Pallavolo Unificata, Tennis, Corsa con Racchette da Neve, Sci Alpino, Sci Nordico e Snowboard. Sono oltre 16 mila gli atleti che gareggiano ogni anno in 180 eventi; 306 i Team accreditati.

Il giuramento dell’Atleta Special Olympics è: “Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”. 

error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VIEW