servizio di Luigi Ottobre

Al Napoli il primo round delle semifinali: decide un gioiello di Fabiàn nel secondo tempo. Il ritorno il 5 marzo al San Paolo

Il Napoli batte l’Inter 1-0 al Giuseppe Meazza nell’andata delle semifinali di Coppa Italia, cogliendo un successo importante in vista della gara di ritorno. Primi 20 minuti di marca nerazzurra: nonostante i ritmi bassi la squadra di Conte tiene il mano il controllo del gioco, gli azzurri restano compatti per togliere spazio all’Inter ma hanno difficoltà nel ripartire e nel costruire gioco. Col passare dei minuti tuttavia i partenopei escono fuori, provano a spostare la palla velocemente e alla fine dei primi 45 minuti è proprio la squadra di Gattuso ad avere le due occasioni migliori per passare in vantaggio. La prima con Mertens al 10′: il belga conclude alto da buona posizione. La seconda con Zielinski poco prima che Calvarese mandi tutti negli spogliatoi: il polacco a tu per tu con Padelli si fa fermare dal portiere meneghino. Per l’Inter tre conclusioni nella prima parte di gara: i tiri di Brozovic e Lautaro finiscono debolmente tra le braccia di Ospina, mentre il colpo di testa dell’argentino va alto sulla porta difesa dal portiere colombiano.

Inter-Napoli, Zielinski al 45′: “Peccato che ho sprecato l’occasione dopo una bella azione, possiamo far male. Giochiamo sempre per vincere, nel secondo tempo cercheremo di fare gol”

Il secondo tempo si apre con un Inter più aggressiva e decisa nell’alzare il ritmo: ci prova Lukaku di testa ma la conclusione è debole. Il Napoli non rinuncia a costruire il gioco dal basso nonostante la pressione nerazzurra e prova a sfruttare gli spazi creati grazie alla propria manovra. I nerazzurri crescono ma i partenopei ripartono e al 57esimo trovano il vantaggio con una perla di Fabiàn Ruiz: il suo sinistro a giro dal limite dell’area batte Padelli.

Il vantaggio del Napoli spinge l’Inter a riversarsi nella metà campo azzurra alla ricerca del pareggio: ci prova Eriksen, il suo sinistro esce di poco alla destra di Ospina. Conte si affida al tridente gettando nella mischia Sanchez accanto a Lautaro e Lukaku e subito arriva l’occasione per l’1-1: il guizzo di Ospina salva il Napoli. Portiere colombiano che si ripete sul destro pericoloso di Eriksen. L’Inter non sfonda: il Napoli espugna San Siro. Ora il ritorno al San Paolo il 5 marzo.

IL TABELLINO

Inter (3-5-2): Padelli; Skriniar (46′ D’Ambrosio), De Vrij, Bastoni; Moses (74′ Sanchez), Barella, Brozovic, Sensi (66′ Eriksen), Biraghi; Lukaku, Martinez
A disposizione: Handanovic, Stankovic, Berni, Borja Valero, Candreva, Godin, Ranocchia, Vecino, Young All. Conte

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Manolas, Mario Rui; Fabiàn Ruiz, Demme, Zielinski (83′ Allan); Callejon (78′ Politano), Mertens (73′ Milik), Elmas
A disposizione: Meret, Karnezis, Luperto, Insigne, Llorente, Koulibaly, Lobotka, Lozano All. Gattuso

Arbitro: Calvarese di Teramo (VAR Mariani, AVAR Paganessi)
Rete: 57′ Fabiàn Ruiz
Ammoniti: Skriniar (I), Manolas, Mario Rui, Ospina (N)
Note: 60 mila spettatori di cui 500 ospiti. Ammonito Conte (I).
Angoli: 6-5.
Recupero: 2′ pt, 4′ st

error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VIEW