La Stampa del Festival premia Diodato e i Pinguini. Sale Tosca, retrocede Gabbani, stabili Pelù e Le Vibrazioni. Tra loro si nasconde il vincitore. Lauro si trasforma nella Marchesa Casati, Dua Lipa fantastica mentre Fiorello regala un altro one-man-show. Emozione ed applausi per Vincenzo Mollica che va in pensione

BUGO & MORGAN SONO FUORI DEL FESTIVAL! SQUALIFICATA LA COPPIA TANTO ATTESA ALLA VIGILIA. UN LITIGIO IN MUSICA CON MORGAN CHE CAMBIA, IN DIRETTA, IL TESTO DELLA CANZONE ED ACCUSA IL COLLEGA DI MALEDUCAZIONE E MANCANZA DI RISPETTO, IL FATTACCIO VERSO LE 01.45. POCHI ISTANTI DOPO L’INIZIO DELL’ESIBIZIONE, BUGO SI ALLONTANA DAL PALCO. SI FERMA L’ESECUZIONE, MORGAN LO RINCORRE DIETRO LE QUINTE, AMADUES NON SA COSA FARE, FIORELLO INIZIA AD IMPROVVISARE E LA GARA VA AVANTI. DOPO LA CHIUSURA DELLA COMPETIZIONE, IL CONDUTTORE/DIRETTORE ARTISTICO ANNUNCIA CHE PER BUGO & MORGAN IL FESTIVAL TERMINA CON LA SQUALIFICA. NON SI TRATTA, COMUNQUE, DI UN FULMINE A CIEL SERENO: LA COPPIA, GIA’ NEGLI ULTIMI DUE GIORNI AVEVA DATO SEGNI DI MALESSERE E LE ESIBIZIONI NON ERANO STATE ESALTANTI. PECCATO. PER LA PARTE ARTISTICA ED UMANA. IL FESTIVAL E IL PUBBLICO VANNO RISPETTATI. UN AUTENTICO BUGO…NELL’ACQUA

(servizio di Vincenzo Lombardi – foto di Vincenzo Nicolello) – Storie da Festival. Il Sanremone partito quattro giorni fa tra scetticismo, polemiche, critiche ed appelli di boicottaggio, si sta trasformando in un piccolo grande successo. È proprio vero: certe cose succedono solo all’Ariston. Gli ascolti sono impressionanti e lasciano increduli (si viaggia sempre sopra il 50% di share), i cantanti stanno dando il meglio favoriti e ci sono canzoni che potrebbero resistere al mercato “usa e getta”. Infine, ai piani alti di mamma Rai fanno già la corte ad Amadeus per strappargli il bis a gentile richiesta. Sanremo2020 è stato un successone televisivo, lo si può affermare senza condizionale alla vigilia della finalissima. Nel mezzo la nuova maratona infinita con i giornalisti accreditati protagonisti della classifica del venerdì, che premia Diodato e la sua “Rumore”. Il feeling tra il cantautore pugliese e la stampa è da sempre fortissimo e resistente ad ogni marea.

Francesco Gabbani “retrocede” momentaneamente al secondo posto ma dovrebbe arrivare il più clamoroso dei tris con “Viceversa“, quasi tutte le classifiche lo vedono primo in attesa della prova televoto. La vittoria dovrebbe essere roba sua, Piero Pelù e Pinguini Tattici Nucleari permettendo. Tosca è la rivelazione di questo Sanremo: arrivata al fotofinish, si sta imponendo con la magnifica interpretazione di “Ho amato tutto”. Grande risalita anche per Rancore che con “Eden” non dovrebbe trovare difficoltà a vivere dopo il Festival. Nella top ten anche la sempre puntuale Irene Grandi e il sempre più immenso Achille Lauro trasformatosi per l’occasione nella Marchesa Luisa Casati Stampa, amante di Gabriele D’Annunzio. Il voto della Stampa conferma l’ottimo Festival delle Vibrazioni che forti anche di Beppe Vessicchio stanno trovando in quel di Sanremo una piccola isola felice (vedi il successo del 2018 di “Così sbagliato”). Bocciati quasi tutti i talent (Riki, Urso, Angi), risale clamorosamente qualche posizione Elettra Lamborghini, ieri sera con scollatura da infarto.

Dua Lipa fa uno show di caratura internazionale, Ghali un mini concerto, Gianna Nannini accende la platea. Fiorello grande mattatore manda in visibilio la platea prima come Coniglio de “Il cantante mascherato”, poi baciando Tiziano Ferro, duettando con Tony Renis, facendo il battitore libero e regalando (con Amadeus) il momento più toccante della serata: il saluto a Vincenzo Mollica, prossimo alla pensione. Il famoso giornalista del TG1 lascia tra applausi e commozione. Nella serata delle spernacchiate in diretta, Mollica ci manca già tantissimo.

Nella confusione generale c’è il primo verdetto del Festival: Leo Gassmann vince tra i Giovani con “Vai bene così“, battendo in finale la favorita Tecla che si aggiudica il Premio “Lucio Dalla” delle Radio-Tv. Premio della Critica “Mia Martini” agli Eugenio in via Di Gioia. Leo Gassmann è la migliore Nuova Proposte, ora dovrà convinecre che c’è stoffa oltre il cognome.

error: Non si copia!!!
GiornaleNews App

GRATIS
VIEW