(ANSA) – NEW YORK, 17 MAG – Elizabeth Warren lancia il suo piano
per la difesa dei diritti delle donne sull’aborto, divenendo
così la prima fra i candidati democratici alla Casa Bianca a
esporsi pubblicamente sul tema. Attaccando l’amministrazione Trump per cercare di “imbavagliare
i medici e diffondere cattiva informazione”, Warren propone un
ampliamento dei diritti sull’aborto e chiede al Congresso di
agire creando una piattaforma di “diritti federali” in grado di
bloccare i singoli stati americani che puntano a “interferire” o
con l’attività medica o con la possibilità delle pazienti di
accedere ai servizi di aborto. Warren si spinge anche oltre e
preme sul Congresso affinché approvi il ‘Women’s Health
Protection Act’, che è stato già presentato e che attende ora di
essere discusso e approvato.
   

Fonte: ANSA.it