(ANSA) – NAPOLI, 17 MAG – La Polizia ha fermato un uomo di
Afragola (Napoli), paziente in un clinica psichiatrica di San
Leucio, frazione collinare di Caserta, con l’accusa di aver
provocato la morte di un altro paziente della stessa struttura,
soffocandolo, probabilmente, con dell’ovatta.
    Il fatto è avvenuto due notti fa, ma solo oggi ne è stata
data notizia. La vittima, originaria di Casandrino, sarebbe
stata soccorsa dai medici della Clinica, mentre non riusciva a
respirare. I medici gli hanno estratto dell’ovatta dalla bocca,
poi lo hanno portato all’ ospedale di Caserta dove il paziente è
deceduto per una crisi respiratoria. La Polizia è giunta sul
posto dopo essere stata chiamata dai medici ed ha individuato il responsabile dell’ accaduto, un altro paziente della
struttura, che è stato fermato. All’origine del delitto vi
sarebbe una lite tra i due, entrambi sulla sessantina. L’omicida
è stato condotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere, nel
reparto destinato a persone con problemi psichici.
   

Fonte: ANSA.it