(ANSA) – CITTA’ DEL MESSICO, 17 MAG – Diciotto sacchi di
resti umani e vari arnesi per smembrare i corpi sono stati
rinvenuti dagli investigatori in una fattoria del Messico, nello
Stato di Jalisco. Al momento non si è in grado di stabilire il
numero dei corpi smembrati e sono al vaglio degli inquirenti
altri contenitori che potrebbero contenere altri resti. Le forze dell’ordine riferiscono di avere trovato degli
utensili, probabilmente delle seghe, e delle vasche sporche di
sangue. La perquisizione è scattata grazie alla denuncia di un
uomo che ha raccontato di essere stato tenuto prigioniero nella
fattoria e di essere riuscito a sfuggire alla mattanza. Gli
investigatori sono riusciti a rintracciare altri due fuggiaschi
e tre dei loro presunti aguzzini, che sono stati arrestati.
    Durante il fine settimana le autorità hanno scoperto i resti
di 34 persone in due distinte proprietà nel Jalisco. Dal primo dicembre sono state trovate, in varie località del
Paese, 222 fosse comuni e i resti di almeno 337 persone.
   

Fonte: ANSA.it