(ANSA) – PECHINO, 15 MAG – La Corea del Nord ha registrato
nel 2019 piogge pari ai minimi degli ultimi 37 anni, facendo
salire i timori che la siccità possa rovinare ancora di più i
raccolti e inasprire l’emergenza alimentare che, secondo le
agenzie dell’Onu, interessa già il 40% della popolazione.
    Secondo quanto riferito dalla Kcna, le precipitazioni hanno
toccato i 54,4 millimetri, tra pioggia e neve, nel periodo che
va da gennaio a inizio maggio, la quantità più bassa mai
segnalata dal 1982, quando i livelli furono di 51,2 mm.
    Le piogge, nel periodo di riferimento, sono state il 42,3%
rispetto ai 128,6 mm caduti nell’analogo periodo del 2018.
    In più, nei primi 10 giorni di maggio, l’acqua caduta è stata
di appena 0,5 mm, con le aree centrali e meridionali rimaste del
tutto a secco, tra cui la capitale Pyongyang e le province di
Hwanghae e Kangwon.
   

Fonte: ANSA.it