‘); }

Il laboratorio Juventus è chiuso per ferie. La squadra si rivedrà tra più di una settimana, alla fine della pausa per le nazionali, ma Allegri inevitabilmente in questi giorni penserà già un po’ all’Ajax. Nelle ultime settimane ha alternato uomini e sistemi di gioco, ma il dibattito è aperto: qual è la soluzione ideale per la Juventus? Quale schieramento (e di conseguenza, quali giocatori) è il migliore per la grande volata in Champions? Qui quattro proposte.

Juve, qual è il miglior schema per affrontare l’Ajax in Champions?

il modulo atletico — La partita con l’Atletico di una settimana fa ha cambiato il mondo. La Juve, in fase di possesso, ha giocato con una formazione riconducibile a un 3-4-3 con Emre Can difensore di destra, in linea con Bonucci e Chiellini. Cancelo e Spinazzola erano gli esterni, per fasce di grande spinta. Pjanic e Matuidi completavano il centrocampo, mentre Bernardeschi partiva da destra per poi giocare a tutto campo, vicino a Mandzukic e Ronaldo. Molti pensano che, almeno con certi avversari, nelle grandi serate la Juve giocherà così.


L’esultanza dei giocatori della Juve accanto a Cristiano dopo il suo secondo gol all’Atletico

L’esultanza dei giocatori della Juve accanto a Cristiano dopo il suo secondo gol all’Atletico

il 4-3-3 con joya — La Juve più classica. Allegri durante la stagione ha scelto quasi sempre un 4-3-3 adattabile ma dalle caratteristiche precise. Cancelo e Alex Sandro prime scelte tra i terzini, Pjanic play, Mandzukic centravanti, Ronaldo punta che gioca a sinistra ma arriva in area per concludere. La chiave di questo sistema è Dybala, più usato di Bernardeschi nelle partite importanti: contro Napoli, Inter, Milan e Roma ha giocato lui, un po’ da esterno destro, molto come trequartista che rientra a metà campo e fa quasi il regista.

cinque stelle — Quando i bianconeri azzardarono le 5 stelle, arrivarono dritti fino a Cardiff: adesso, due anni dopo, Allegri potrebbe pure tornare alla vecchia Juve pentastellata. Un accumulo di qualità, un 4-2-3-1 con Pjanic in mediana e 4 punte: Cuadrado, tenutario della destra, è fuori dai giochi, quindi il favorito per quel posto sembra Berna (ma occhio a Cancelo). A completare il trio dietro a Ronaldo, Dybala centrale e Mandzukic esterno sinistro a tutta fascia (ma con licenza di scambiarsi con Cristiano).

eterno 3-5-2 — La Juve ha iniziato ad edificare il castello su questo sistema: Conte e il primo Allegri hanno usato la BBC come scudo e poi, per passare all’assalto, hanno armato esterni bravi nelle due fasi. Barzagli, logoro, impone ad Allegri di usare Caceres o Rugani come sodale di Bonucci e capitan Chiellini nei tre dietro, mentre sulle fasce abbondano le soluzioni: Alex Sandro e Cancelo favoriti, Spinazzola e De Sciglio con buone chance. In caso di 3-5-2 da scegliere, poi, il partner di Cristiano: Dybala scalpita, ma finora Mandzukic ha mostrato maggiore sintonia.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

 gasport 

© riproduzione riservata

Fonte: Gazzetta.it