(ANSA) PAVIA, 17 MAR – Con la messa nella cattedrale e la
successiva cerimonia svoltasi in Piazza Duomo, Pavia ha
ricordato questa mattina le quattro vittime del crollo della
Torre Civica, avvenuto la mattina di venerdì 17 marzo 1989. Sono trascorsi trent’anni dalla tragedia nella quale persero
la vita Pia Casella Comaschi, 52 anni, edicolante di Piazza
Duomo, Giulio Fontana, 76 anni, titolare di un albergo e
ristorante, Adriana Uggetti, 18 anni, e Barbara Cassani, 17
anni, due ragazze di San Genesio (Pavia). “Il nostro ricordo va
prima di tutto alle vittime: vogliamo essere vicini alle loro
famiglie – ha sottolineato Sandro Bruni, all’epoca sindaco della
città – Da quel giorno drammatico trovammo la forza per avviare,
negli anni successivi, l’intervento di restauro e consolidamento
dei nostri monumenti”. Massimo Depaoli, attuale sindaco di Pavia ha spiegato che “il Comune ha il compito di conservare il
patrimonio storico e artistico della città e di garantire uno
stato dignitoso ai resti della Torre”.
   

Fonte: ANSA.it