Massimiliano Allegri. LaPresse

Massimiliano Allegri. LaPresse

‘); }

Dopo l’impresa di Champions con l’Atletico Madrid di martedì, la Juventus torna sul pianeta terra e incappa nella prima sconfitta in campionato. Al Ferraris, Sturaro e Pandev, hanno piazzato un uno-due micidiale alla squadra di Allegri. Il tecnico, al termine della gara, ha commentato così la prestazione dei suoi: “Ha pesato la partita con l’Atletico: nel primo tempo abbiamo rischiato su un paio di occasioni, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio. Poi è capitato questo gol che ci ha tagliato un po’ le gambe. Menomale che è capitato oggi…”. La Juventus ha trovato la prima sconfitta in campionato: “Non tutte le partite si possono giocare al massimo”. Poi la dedica all’ex: “Il calcio è strano, entra Sturaro e ti fa gol… ma sono contento per lui perché ha sofferto tanto e si merita un po’ di gioia”.

k.o. che fa bene — Per Allegri è un k.o. che servirà ai suoi: “Questa sconfitta ci fa bene perché ci sveglia, ci servono ancora cinque vittorie per conquistare il titolo -ha spiegato il tecnico -. Venivamo da venti giorni in cui abbiamo speso tanto sia per il campionato sia per preparare la Champions. Spiace soprattutto per aver perso l’imbattibilità. Abbiamo giocato 28 partite, ne abbiamo vinte 24 e tre pareggi, siamo abbastanza avanti: non è possibile vincere tutte le partite. Bisogna recuperare le energie e i giocatori infortunati che ci potranno dare una mano. Cristiano? Sapevo che la partita era questa, ma doveva riposare per forza: tornerà dalla prossima”.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Gasport 

© riproduzione riservata

Fonte: Gazzetta.it