Gianluca Formicone in azioneGianluca Formicone in azione

Gianluca Formicone in azione

Gianluca Formicone in azione

Spettacolare conclusione delle Parate Elite della Modena Est, con le vittorie di Gianluca Formicone (Caccialanza), Elisa Luccarini (Bentivoglio) e Nicolò Lambertini (Italia Nuova Autoscuola). I neo-campioni mondiali Formicone e Luccarini si impongono nel prestigioso evento modenese, preludio all’80ª Coppa Ghirlandina, in programma domattina. Il grande Formicone si è confermato numero uno planetario, deliziando il folto pubblico con giocate di alta scuola. Strabiliante la sua progressione, culminata con il successo nei confronti di Gaetano Miloro (Montegridolfo), in finale: 10-4 il punteggio. “Non credevo di vincere anche oggi”, ha dichiarato il teramano al termine della competizione. Un mix di emozioni ha caratterizzato l’ultima settimana del campione: “Non pensavo di poter giungere carico a questo appuntamento. Al Mondiale in Argentina avevo dato tutto, perciò temevo un calo fisiologico. Durante la settimana ho dovuto misurarmi, infatti, con un flusso straordinario di emozioni”. Al suo ritorno dall’Argentina, Formicone è stato festeggiato a lungo da amici e parenti: “Dopo aver vinto un Mondiale non è facile recuperare le energie e rimettersi a giocare ad alti livelli. La mia forza, però, sta nel fatto che non mi accontento mai. Voglio precisare comunque che Miloro ha giocato benissimo, idem Patregnani, in semifinale”. I suoi prossimi obiettivi: “La mia stagione è appena iniziata. Ora confido di vincere lo scudetto con la Caccialanza, poi mi attenderà la Regional Cup. Infine, gli Italiani Assoluti”. L’”ingordo” Formicone non si ferma più: salvo sorprese clamorose, l’abruzzese è a un passo dalla conquista della classifica dell’Alto Livello. In ambito femminile, Elisa Luccarini non ha avuto rivali. La fuoriclasse della Bentivoglio ha inanellato l’ennesimo, grande risultato della sua carriera, superando nella finale la compagna di società, Marina Braconi, per 10-5. In semifinale, la pluricampionessa mondiale si è sbarazzata di Chiara Morano (T.R.E.M. Osteria Grande), mentre nella fase eliminatoria se l’è dovuta vedere con la giovanissima e talentuosa lombarda, Ilaria Treccani (Rovatese). “Sono scesa in campo deconcentrata”, ha rivelato la Luccarini. “Il primo incontro si è rivelato estremamente impegnativo (la campionessa ha superato il turno dopo i tiri del pallino, ndr). Dalla seconda partita in poi ho recuperato energie e concentrazione. Il match più difficile in assoluto? Quello contro Chiara Morano, perché la mia avversaria ha giocato veramente bene”. Il pensiero dell’atleta si è poi spostato sui Mondiali: “Da lassù qualcuno mi ha aiutato (il riferimento è andato al papà Paolo e all’accompagnatore Luciano, scomparsi recentemente, ndr)”. La finale per il titolo ha tenuto l’Italia con il fiato sospeso: sono ancora impressi nella memoria degli appassionati i quattro punti (da antologia) con cui ha chiuso la sfida contro la sammarinese Stella Paoletti. “Insieme a Germana (Cantarini, ct della Nazionale femminile, ndr) abbiamo studiato e pianificato la strategia: provare a infilare, in accosto, le bocce decisive. Sono riuscita a dosare la forza e, alla fine, ho trionfato”. Domani alla Modena Est si replica con l’””80ª Coppa Ghirlandina”. Alle premiazioni hanno preso parte l’assessore allo sport Giulio Guerzoni, il delegato Coni Andrea Dondi, il delegato Fib Modena Gianni Lugli, il delegato Fib Emilia Romagna Franco Benatti e il consigliere federale Maurizio Andreoli, in rappresentanza della Fib nazionale.

Parata Elite maschile 1) Gianluca Formicone (Caccialanza); 2) Gaetano Miloro (Montegridolfo); 3) Federico Patregnani (Colbordolo); 4) Luca Viscusi (Caccialanza).

Parata Elite femminile 1) Elisa Luccarini (Bentivoglio); 2) Marina Braconi (Bentivoglio); 3) Chiara Morano (T.R.E.M. Osteria Grande); 4) Nicole Brugnera (T.R.E.M. Osteria Grande).

Parata Elite U18 1) Nicolò Lambertini (Italia Nuova Autoscuola); 2) Alex Incerti (Bentivoglio).

Fonte: Gazzetta.it