Il Consiglio Comunale più bello del mondo. Vi ricordate della rissa sguaiata sull’ospedale? Ora, su un argomento altamente qualificante, come il diritto costituzionale alla tutela della salute e dei livelli essenziali di assistenza (Lea), vige il più assoluto silenzio. Alla faccia di tavoli istituzionali, comunicati stampa e dichiarazioni bellicose. Le mode cambiano in fretta: è già l’ora della lotta tra responsabili e irresponsabili; tra quelli per un rigo in più e uno in meno; tra i difensori dell’ortodossia statutaria e quelli della mediazione. E’ la “politica del punto e virgola” alla ricerca disperata (tra la maggioranza e tra le opposizioni) di un nemico. Insomma, meglio una rissa che affrontare i problemi reali e scabrosi del territorio. E’ francamente più facile. Ci si sfoga. E, sotto sotto, ci si diverte pure. Ma soprattutto non bisogna studiare, approfondire, toccare argomenti scomodi e nè fare assunzione di responsabilità. Quindi invece di parlare dei Livelli essenziali di prestazione (Lep) della messa in discussione della spesa storica e dei criteri del calcolo dei fabbisogni standard (vero e unico fondamento possibile per un ipotetico regionalismo differenziato che non diventi “Secessione dei ricchi”), come insegnato da illustri studiosi a cui si è accodato con buon senso anche il governatore De Luca, si discute delle pinzellacchere procedurali, delle provocazioni, delle chiusure, degli atti di avversione verso il Governo o della maggioranza verso le opposizioni. Insomma, dissertazione sul nulla e sul vuoto pneumatico in politica. Ancora una magra figura di un Consiglio Comunale che non riesce e a risorgere dalle sue ceneri. Sono nove anni ormai che il civico consesso ci delizia con spettacoli strabilianti: quattro scioglimenti anticipati (dal 2010), tre commissariamenti, cinque sindaci, una consiliatura durata due ore; passaggi di casacca senza argine e senza pudore. Invece di lavorare per il recupero della credibilità perduta, ci si azzuffa. Di questo passo, al peggio non ci sarà mai fine.

Fonte: MaddaloniNews.it